Bambine e bambini in ascolto di Pollicino. La favola di Perrault arriva a Napoli in versione radiofonica e prende il titolo di Buchettino per il progetto triennale RadioAzioni di Casa del Contemporaneo. Al teatro dei Piccoli della Mostra d’Oltremare dal 12 al 22 maggio (dal giovedì alla domenica alle ore 17 e 19) una riesplorazione del radiodramma (foto).
Sarà possibile ascoltarlo in cuffia. Il pubblico, accomodato su lettini sotto i pini marittimi, con la vista sulle fronde e sul cielo all’imbrunire, seguirà il percorso fiabesco, immerso nella suggestiva luce del tardo pomeriggio e poi del tramonto.
Un allestimento site specific che cita quello originale e lo contamina con il fascino dell’elemento naturalistico, esaltandone la valenza multisensoriale. Il progetto risale al 1995 quando ha debuttato il testo, un libero adattamento per il teatro della fiaba Le petit poucet firmato da Chiara Guidi per Socìetas Raffaello Sanzio.
L’allestimento sperimentale riproduceva le condizioni ideali per l’ascolto di una fiaba: il palcoscenico era trasformato in una grande camera da letto dove, nella semioscurità, gli spettatori, adagiati ciascuno in un lettino, ascoltavano il racconto della buonanotte.
Buchettino è diventato presto un successo mondiale nonché un classico del teatro ragazzi, e nel 2002 Mario Martone ha chiesto a Chiara Guidi di realizzarne una versione radiofonica, in esclusiva per il progetto di Rai Radio3 Il Terzo Orecchio, di cui era curatore.
L’esperienza partenopea è rivolta a tutti, a partire dai 9 anni e verrà anticipata anticipata dal laboratorio “L’invisibile agli occhi” dove, attraverso attività artistico-performative, l’immaginazione sarà spinta a un ascolto che coinvolga davvero tutti i sensi.

Per saperne di più
Teatro dei piccoli
teatro@lenuvole.com

𝗕𝘂𝗰𝗵𝗲𝘁𝘁𝗶𝗻𝗼
dalla fiaba 𝗟𝗲 𝗽𝗲𝘁𝗶𝘁 𝗽𝗼𝘂𝗰𝗲𝘁 𝗱𝗶 𝗖𝗵𝗮𝗿𝗹𝗲𝘀 𝗣𝗲𝗿𝗿𝗮𝘂𝗹𝘁
adattamento 𝗖𝗹𝗮𝘂𝗱𝗶𝗮 𝗖𝗮𝘀𝘁𝗲𝗹𝗹𝘂𝗰𝗰𝗶
voce 𝗖𝗵𝗶𝗮𝗿𝗮 𝗚𝘂𝗶𝗱𝗶
ambientazione sonora 𝗥𝗼𝗺𝗲𝗼 𝗖𝗮𝘀𝘁𝗲𝗹𝗹𝘂𝗰𝗰𝗶
regia e progetto artistico 𝗖𝗵𝗶𝗮𝗿𝗮 𝗚𝘂𝗶𝗱𝗶 𝗲 𝗦𝗼𝗰𝗶𝗲𝘁𝗮𝘀 𝗥𝗮𝗳𝗳𝗮𝗲𝗹𝗹𝗼 𝗦𝗮𝗻𝘇𝗶𝗼
allestimento site specific a cura di 𝗖𝗮𝘀𝗮 𝗱𝗲𝗹 𝗖𝗼𝗻𝘁𝗲𝗺𝗽𝗼𝗿𝗮𝗻𝗲𝗼

RISPONDI