“THE DOCKS meets Progetto Piave ” . Con questo titolo il collettivo THE DOCKS ha presentato la settimana scorsa la sua nuova iniziativa culturale alla Stazione Piave della Circumflegrea di Napoli (a Soccavo).
Il Progetto Piave offre lo spazio dell’omonima struttura (architetto Nicola Pagliara) a eventi di promozione culturale che fondono sperimentazione fotografica e arti visive.
Un’immersione nell’arte contemporanea all’inaugurazione, dominata dalla presentazione della prima creazione collettiva cartacea del collettivo: la fanzine Trentatré, in edizione limitata e prodotta da Pasquale Autiero (fotografo), Andrea De Franciscis (fotografo), Davide De La Cruz (artista), Federica Di Lorenzo (storica dell’arte) e Roberta Fuorvia (curatrice).
 «L’obiettivo è proprio quello di promuovere le arti visive e la fotografia indagando il proprio territorio» dice Roberta Fuorvia presentando il fanzine dedicato alla municipalità di Bagnoli e nello specifico all’area dismessa dell’ex Ilva (poi Italsider), raffigurata nell’illustrazione in copertina di Martina De Gennaro e stampata in serigrafia da Gianluigi Prencipe di Nilotype.


Il contesto socio-territoriale è fondamento del loro instancabile lavoro di sensibilizzazione culturale, che viene comunque accompagnato da una straordinaria apertura verso nuove influenze artistiche e sensibilità esterne. Anche per questo nell’ultimo anno il collettivo ha collaborato con 12 fotografi contemporanei attraverso interviste e momenti specifici a loro dedicati.
I più interessanti lavori degli artisti (Max Pam, Ulrich Lebeuf, Yasmina Benabderrahmane, Gabrielle Duplantier, Camillo Pasquarelli, Maria Clara Macrì, Marco Marzocchi, Frederico Azevedo, Vincenzo Pagliuca, Enzo Cillo, Valerio Polici, Michele Brancati) hanno integrato la mostra fotografica, proiettati come slideshow e fruibili a tutti come un’unica grande opera collettiva.
©Riproduzione riservata 

Nelle foto, la presentazione del progetto Piave

RISPONDI