Un futuro per il parco Virgiliano. Un gruppo di cittadini ci crede e ci scommette presentando un progetto. Mercoledì 26 febbraio, alle 11, nella Sala Salvatore D’Amato dell’Unione Industriali di Napoli (piazza dei Martiri 58). Ci saranno i promotori e tutti i cittadini che si sono impegnati per il rilancio di un angolo moritificato della città-
A fare squadra per l’iniziativa  l’Associazione Premio GreenCare Aps, il Comitato Salviamo il Parco della Rimembranza (Parco Virgiliano), Il FAI Campania con la delegazione FAI di Napoli e diversi imprenditori.
La situazione del parco è oggi critica. Alla mancata manutenzione degli ultimi anni, si sono aggiunti la fisiologica senescenza delle essenze e eventi climatici di portata eccezionale, che hanno ulteriormente danneggiato il patrimonio vegetale del Parco; un bene comune green amato da tutti i napoletani. A testimoniarlo anche i 23.563 voti che lo  hanno proiettato  al nono posto della classifica I luoghi del cuore del FAI nel 2019.
Il Comitato Salviamo il Parco della Rimembranza ha avviato un tavolo di lavoro con il Comune di Napoli, assessorato al verde e ha  affidato a un team di esperti la realizzazione di un progetto di ripristino del decoro con nuova vegetazione di vaste aree del parco Virgiliano. Gli esperti, architetti, paesaggisti, agronomi e professionisti, hanno lavorato a titolo completamente gratuito.
Mecenati del terzo millennio. Il supporto di privati, primi tra tutti la Ferrarelle S.p.A., Gianfranco D’Amato, Caronte S.p.A. e Lello Caldarelli, ha permesso al gruppo di lavoro di poter contare su di un fondo finalizzato alla realizzazione degli interventi, integrato anche dal contributo del FAI, di 250.000 euro.
Un progetto  realizzato dagli agronomi Antonio di Gennaro, Claudia Loffredo,Vincenzo Topa e dall’architetto Andrea Pane. Verrà recuperata anche una piccola agorà: uno spazio multifunzionale in grado di ospitare manifestazioni aperte al pubblico.
In foto, il  progetto per il rilancio
Per saperne di più
www.verdesullacitta.org

 

RISPONDI