Formare 50 professionisti pronti a lavorare nel mondo del turismo. Ecco il senso del nuovo corso di laurea triennale a Orientamento professionale in Hospitality Management, presentato all’Università Federico II (foto).
Un’innovazione nel ramo dell’offerta formativa nel settore turisticodue terzi delle lezioni in inglese, un terzo della formazione in azienda e la possibilità di svolgere tirocini e periodi di studio all’estero. Una didattica completamente innovativa che utilizza un sistema particolarmente interattivo dove lo studente è chiamato a lavorare su più fronti e ad affrontare una serie di sfide.
Promosso dal dipartimento di economia, management e istituzioni, il corso ha una doppia anima e vede il supporto del Dipartimento di Agraria per quanto riguarda l’aria food and beverage, che si va ad affiancare a quella dell’hotel manager.
Spiega il rettore Manfredi: «Un progetto di visione che mira a inserire grandi professionalità nel settore del turismo, molto importante per l’Italia e ancor di più per la Campania. E’ una grande operazione culturale che ha visto in prima linea, insieme ai nostri dipartimenti, il supporto importante e il contributo di tutte le organizzazioni degli albergatori, dei professionisti del settore di altissimo livello. Un’ulteriore opportunità di qualità per i nostri giovani in una dimensione sempre più internazionale, dimensione naturale di un Ateneo di grande prestigio e grande visione come la Federico II».
Il percorso prevede la programmazione degli accessi, entro il limite massimo di 50 studenti, e la presenza di un adeguato numero di tutor provenienti dalle aziende coinvolte. Il bando per partecipare alle selezioni sarà online sul sito ufficiale della Federico II a partire dai primi giorni di luglio. Il test di accesso si svolgerà il 9 settembre.
Per saperne di più
www.unina.it