Per anni circolo della stampa, nella villa comunale di Napoli,  con vista sul mare, la casina del boschetto (foto), da tempo abbandonata, avrà nuova vita. Lo hanno annunciato oggi in conferenza stampa, nella  la sala Donato Marino della Stazione Zoologica Anton Dohrn, il presidente Roberto Danovaro e dal sindaco de Magistris.
Entro un anno, la casina ospiterà il Museo Darwin-Dohrn per la promozione della biologia marina   e la biblioteca del mare con una sezione dedicata ai bambini e ragazzi. Un investimento da due milioni e mezzo di euro per quello che sarà destinato a diventare uno dei più importanti centri di ricerca di biologia marina.
Qui saranno custoditi documenti che risalgono al 1872, anno in cui fu fondata la stazione Dohrn ma anche imbarcazioni e strumenti utilizzati nella ricerca marina. Nel segno di Darwin, per sottolineare  che l’uomo viene dal mare, che la biodiversità sostiene il pianeta e che l’evoluzione è un processo meraviglioso ma ancora poco conosciuto.
Ci saranno spazi e laboratori scientifici per gli studenti, nonché una sala conferenze al servizio della città per attività culturali.
©Riproduzione riservata