Venerdì sera a Capodimonte. Anche domani, 7 luglio, (dalle 19.30 alle 22.30), il biglietto costerà solo 2 euro. Un’iniziativa che  prosegue fino alla prima settimana di settembre. Occasione imperdibile per ammirare le mostre in corso: al secondo piano del museo Carta Bianca. Capodimonte Imaginaire (fino al 9 dicembre 2018), a cura di Sylvain Bellenger e Andrea Viliani e Incontri sensibili: Paolo La Motta guarda Capodimonte, a cura di Sylvain Bellenger, appena inaugurata che porta per la prima volta al museo l’opera dell’artista napoletano nell’ambito del ciclo Incontri sensibili, dialogo tra artisti contemporanei e collezione storica di Capodimonte.
La sensibilità plastica di La Motta non è prigioniera di una specifica scuola o di una sola epoca artistica: il Rinascimento, il Seicento, l’Ottocento napoletano e l’astrattismo, scoperti proprio nella Reggia borbonica, sono ben coniugati nei suoi dipinti. La Motta si interessa a tutte le possibilità del linguaggio pittorico e rende la sua opera prova inconfutabile del ruolo che il Museo di Capodimonte ha avuto e continua ad avere sull’arte
contemporanea.
Il polittico Genny 2007, dedicato al giovane Genny Cesarano ucciso dalla camorra il 6 settembre 2015, ad esempio, dialoga con opere di Capodimonte realizzate con varie tecniche (pittura, disegno, fotografia, ceramica), appartenenti ad epoche diverse e accomunate dalla sacralità dell’infanzia: il Bambino Gesù, il busto di
San Giovanni, l’impenetrabile ragazzo fotografato di spalle da Mimmo Jodice.
Weekend anche all’insegna della musica. Con i concerti di luglio, tradizione della ex Reggia borbonica (foto) ripresa dal direttore Sylvain Bellenger.  Domenica 8, alle 19, al Belvedere, il coro polifonico di Napoli diretto da Luigi Grima, con Maurizio Iaccarino al pianoforte,  propone Il mito della notte. Musiche di J. Brahms, C. Saint- Saëns, G.Faurè, E. Esenvald, M. Lauridsen, G. Panariello, G. Rossini. Quest’anno glia ppuntamenti sono dedicati a Gioachino Rossini,  nel 150esimo anniversario dalla sua scomparsa.Ingresso libero.
Sabato 14 luglio alle 21, ci sarà Peppe Barra con il suo ultimo disco E cammina cammina, un omaggio al suo cammino artistico iniziato 50 anni fa.
Per saperne di più
http://www.museocapodimonte.beniculturali.it/

RISPONDI