Duecento pizze alla comunità dei senzatetto della stazioni di Napoli, in piazza Garibaldi. Le hanno donate ieri l’antica pizzeria da Michele, i frati di San Pietro ad Aram e i volontari di “Fa bene il bene” (foto).
L’evento dal titolo “with love” si inserisce in un progetto già avviato che vede tra gli organizzatori Fra Pio Avitabile, Fra Neemia e il Convento di San Pietro ad Aram con le associazioni Antoniana Runners e Kasperl Brau, che da anni si occupano di sport e problematiche sociali.
Oltre 40 i volontari: Angelo De Nicola, Lidia Verdoliva, Luigi D’Aniello, Antonia De Simone, Angela Carotenuto, Francesco Paolo Landi, Marianna Calabrese, Giuseppe Mauri, Antonio Pappalardo, Maria Infante, Nunzio Postiglione, Raffaele e Nunzia Moretta, Enza Ferone, Lucia Salomone, Giuseppe Esposito, Dora Esposito, Giuseppe Raia, Maria Rosaria Guerra, Giuseppina Iorio, Annalisa Salzano, Paolo Romano, Giovanna Coppola, Maria Novi Mainardi, Salvatore ed Elena Vittozzi, Eliana Marella, Fra Michele Di Somma, Nora Imparato, Teresa Cozzolino, Antonella Battiloro, Rita Ciaravolo, Rejane Ramos, Antonio Infante, Archetta Accetta, Rosita Di Nola, Gerry Di Nola, Marianna Cuciniello, Maria Ugolino, Matteo Rivieccio, Giovanna Di Martino, Giovanna Collaro e Marialuisa Pesole.
Spiega l’amministratore della pizzeria, Sergio Condurro: «Questo momento di difficoltà per tutti ci spinge a restare ancora più uniti, impegnandoci ad aiutare gli altri. Con questa iniziativa diamo continuità a quanto iniziato nei mesi passati, supportando i più bisognosi Anche l’azienda produttrice di fior di latte, nostra partner da anni, Fior d’Agerola ha messo a disposizione i suoi prodotti. I nostri pizzaioli hanno deciso di rinunciare al proprio compenso per l’occasione. Questa catena di bene ci riempie di orgoglio e ci ricorda che la pizza unisce e resta il piatto del popolo a cui tutti devono avere accesso, come da tradizione iniziata dai nostri predecessori Condurro».

RISPONDI