Wunderkammer riparte da Villa Pignatelli. Sette appuntamenti, cinque di prosa e due di jazz, tra giugno e luglio nei giardini e nei cortili cittadini per la rassegna che da sette anni porta il teatro e la musica nei luoghi più suggestivi della città.
La nuova formula all’aperto che propone s’intitola WunderSummer e si  inaugura venerdì 19 alle 21 a Villa Pignatelli con l’anteprima assoluta di “Amori e pandemie” un monologo a specchio scritto da Elisabetta Fiorito, giornalista e scrittrice romana, appositamente per Rosaria De Cicco: due donne a confronto di due epoche diverse in due momenti topici della storia d’Italia.
Rosaria del 2020 dialoga a distanza con Rosaria del 1920, mettendo a confronto due vite attraverso due epidemie: le due donne diverse per età, ma con la stessa intraprendenza, sono legate da un filo indissolubile che si scoprirà soltanto nel finale.
Seguiranno, ogni venerdì fino al 31 luglio, appuntamenti con Orazio Cerino diretto da Mirko Di Martino, Paolo Cresta con Carlo Lomanto, Roberto Azzurro che interpreta Manlio Santanelli e la compagnia Liberaimago in un testo di Murray Schisgal oltre a due concerti jazz sotto la direzione di Giulio Martino.
Dopo il giardino di Villa Pignatelli,  Wundersummer sarà proposta nel cortile del Museo Madre, nel giardino di Casa Tolentino e della terrazza di Villa Imperiale a Posillipo. Prenotare all’indirizzo:  wunderkammer@fastwebnet.it
Per saperne di più
 wunderkammernapoli.wordpress.com

In alto, Rosaria De Cicco fotografata da Giancarlo de Luca

 

 

RISPONDI