Musica come stile di vita. E luogo di riflessione. Per Francesco Villani, figlio d’arte (suo padre è Virgilio Villani che vanta nel proprio bagaglio artistico una collaborazione trentennale con Roberto De Simone). L’artista d  appuntamento al pubblico gioved 24 gennaio alle 21.30, dal palco del Trianon dove presenta dal vivo il suo nuovo lavoro “Il premio di consolazione” (etichetta EmArcy / Universal).
Un disco che svela il ritratto più intimo del pianista partenopeo ma soprattutto un album in trio, realizzato con il contributo del contrabbassista danese Jesper Bodilsen (gi  nel trio danese’ con Stefano Bollani e Morten Lund, ospiti fissi della fortunata trasmissione RAI “Sostiene Bollani”) e di suo fratello Pierluigi.
Villani-Bodilsen-Villani il trio testimonia la ricchezza del jazz in Europa (e naturalmente in Italia) e, in questo lavoro discografico, emerge l’armonia tra i due fratelli impreziosita dal contributo del contrabbassista Jesper Bodilsen, vero erede di quella scuola contrabbassistica di cui fu capostipite il grande e compianto Niels-Henning rsted Pedersen.
Villani sale sulla scena del teatro partenopeo con Aldo Vigorito al contrabbasso e Pierluigi Villani alla batteria. In programma, brani dall’ultimo disco, ma anche temi sempre attuali come “Ritornerai” di Bruno Lauzi o “Tarzan Boy”, classico pop degli anni’80 dei Baltimora. E il 25 gennaio alle 18 Villani presenter  l’album anche alla libreria Feltrinelli di S. Caterina a Chiaia (angolo piazza dei Martiri).

gioved 24 gennaio al Teatro Trianon (Piazza Calenda, 9- Napoli) alle ore 21.
Posto unico 12 euro Per info e prenotazioni 081 225 8285

venerd 25 gennaio alle ore 18 showcase presso La Feltrinelli in via S. Caterina a Chiaia, 23 (ang. piazza dei Martiri- Napoli) .

Clicca

www.youtube.com/watch?v=owOaqfe3RqQ

Nella foto, Francesco Villani in uno scatto di Maurizio Spennato