Napoli con le sue realt  marginali e i suoi pregiudizi. Realt  marginali di una citt  lontana dalla descrizione totalizzante e omologata dei media che narrano una comunit  di uomini e donne esclusivamente attraverso l’angolo visuale della cronaca giudiziaria. Questo è il racconto "Pregiudizi convergenti" che sar  in scena dal 2 al 12 febbraio al Teatro Stabile di Napoli; uno spettacolo diretto e scritto da Domenico Ciruzzi e con la recitazione di Antonella Stefanucci, protagonista dello spettacolo.
Pregiudizi convergenti è il seguito di un progetto esplorativo iniziato con “Colloqui”. Stesso personaggio femminile, stessa citt , Napoli, come sfondo della narrazione, ma racconti in parte differenti. In Colloqui Angelina è una donna povera ancora giovane, compie, come ogni settimana, il rito del colloquio con il proprio uomo imprigionato.
In “Pregiudizi convergenti”, invece, la figura di Angelina si imbatte in differenti strati sociali, strati di vita diversi che entrano in contatto tra loro, a vario titolo, con le prassi e gli eventi deformanti dell’investigazione giudiziaria.
Interpretazioni acritiche di intercettazioni telefoniche e interrogatori inquinati da domande suggestive daranno luogo a tragicomiche conclusioni inidonee per la comprensione di eventi, reali o immaginari, percepiti come realmente accaduti.
Le singole storie – crude ma nello stesso tempo tenere e commoventi, si intersecano fino a dar luogo sovente a paradossali, grottesche e false rappresentazioni degli accadimenti.
Scelte musicali di stampo cinematografico contribuiscono a inserire le giuste distanze da stereotipi usurati.
Uno spettacolo, prodotto dalla Komiko Production, da non perdere quindi, poich oltre alla grande interpretazione della Stefanucci si potr  assistere anche alle video proiezioni di Alessandro Papa

Pregiudizi convergenti
Teatro Stabile di Napoli
Orari delle rappresentazioni
2, 3, 4, 6, 7, 9, 12 febbraio ore 21.00
5, 10, 11 febbraio ore 18.00
Per saperne di più
www.teatrostabilenapoli.it

In foto, Antonella Stefanucci