Nomi di donne nelle strade del nostro paese. Ne abbiamo parlato ieri da questo portale a proposito del convegno che si svolge oggi pomeriggio al Maschio Angioino sulla toponomastica femminile. Sono pochissime toponimi femminili nello scenario urbano napoletano. Dimenticate, cancellate, spazzate via dalla memopria collettiva. E proprio oggi ci arriva la segnalazione di un appello di Vincenzo De Rosa dell’associazione Liberalibri che vale la pena riportare nei suoi stralci più essenziali.

“A Caserta- sostiene De Rosa- ci sarebbero molti nomi di personaggi a cui andrebbero dedicate vie o iniziative, anzi negli ultimi due anni sono purtroppo defunti molti personaggi storici di Caserta che hanno sempre profuso le loro forze perch la nostra citt  non fosse solo una succursale di grandi metropoli ma che avesse una Storia propria. Condividiamo quindi ciò che il Sindaco di Caserta ha proposto una commissione in modo da far intitolare via o luoghi, ai casertani che forse più di altri, oltre i loro meriti familiari, abbiamo dato voce a Caserta”.
E , sottolineando l’impegno di Liberalibri, degli studenti e degli insegnanti casertani e di altre associazioni per la riapertura della biblioteca comunale aggiunge “Una persona però più di tutti ha dato voce ai nostri dolori, per un luogo che oggi conta almeno 150 ragazzi al giorno che studiano, si confrontano, pensano, in luogo dove non si lucra sui ragazzi ma si fa in modo che si usi la testa e il cuore la voce e la penna di Marinella Carotenuto. E’ proprio con il cuore che tutti noi… proponiamo una targa dedicata a Marinella Carotenuto in una delle sale della biblioteca stessa perch è stata Lei che… ha “urlato” i diritti di tutti coloro che pensano che attraverso il sapere, la conoscenza, lo studio e non con la raccomandazione, si possa andare avanti. Poi Marinella andò via riuscendo appena a vedere ciò che il nuovo sindaco di Caserta riusc ad ottemperare. Desiderio nostro è di proporre che si apponga una targa… in una sala della Nuova Biblioteca" E il 20 gennaio di un anno fa Marinella Carotenuto è andata via, il momento adatto ora a ricordarla.
Richiesta che sentiamo di condividere per il suo forte valore simbolico. Per non dimenticare tutte le donne che hanno dato tanto al territorio in cui hanno vissuto e lavorato.

In foto, la biblioteca comunale di Caserta poco prima della riapertura