Trentunenne, napoletano e talentuoso. Maldestro, all’anagrafe Antonio Prestieri parteciperà al 67° Festival di Sanremo, dal 7 all’11 febbraio, con il brano “Canzone per Federica”. L’artista a Sarà Sanremo ha ottenuto la maggior attenzione da parte dei giudici, della stampa e della critica.
Rivelazione della scena musicale degli ultimi 2 anni, è un autore raffinato dalla voce graffiante che racconta nelle sue canzoni e nei suoi spettacoli l’amore, la rabbia, la speranza, il disagio e la disperata voglia di vivere di un giovane poeta dei nostri tempi senza rinunciare ad un’ironia piena di vita, cuore della sua musica, riuscendo a cogliere la magia profonda delle mille sfaccettature delle cose umane. Il nuovo album dal titolo “I muri di Berlino”  (Arealive) uscirà a marzo quando partirà il  suo tour italiano.
La passione per la musica lo contagia da piccolo. All’età di nove anni e comincia a studiare pianoforte. A sedici anni incontra il teatro, abbandona  lo studio del pianoforte per dedicarsi completamente alla recitazione, alla regia e alla drammaturgia. Scrive oltre quindici opere tra drammaturgie e commedie e vince giovanissimo il premio Sipario (2 volte per miglior testo) e il premio Schegge di Teatro per la migliore regia e il miglior testo. Ma  la musica non lo ha mai abbandonato (scrive infatti contestualmente ad opere per il teatro anche numerose canzoni senza però nessuna velleità di pubblicarle).
A ventotto anni pubblica canzoni come “Sopra al tetto del comune” e “Dimmi come ti posso amare”, brani che gli faranno vincere tra il 2013 e il 2014 numerosi premi (Ciampi, De André, SIAE, AFI, Palco Libero e Musicultura) e che saranno poi contenuti nel suo primo album “Non trovo le parole”, pubblicato il 14 aprile 2015 e con il quale è arrivato secondo alla Targa Tenco come miglior album d’esordio.
In foto, Antonio Prestieri, in arte Maldestro
Per saperne di più
www.facebook.com/MaldestroOfficial