Manlio Santanelli, direttore artistico dell’associazione “Il Teatro cerca casa”, come Totò nel noto film del’47, cerca appartamenti per far convivere con il pubblico ospitante, solo per un paio di ore, tanti attori registi cantanti musicisti non solo esordienti amanti dell’antica arte.
Eduardo scrive “è la magia più antica del mondo, ha inizio quando due esseri umani hanno parlato tra loro e un terzo si è fermato ad ascoltarli”. Per Caravaggio la vita è teatro. Teoria che sperimentò in ogni sua opera e a Napoli nelle “Sette opere di misericordia” in cui ogni protagonista è nel suo ruolo in coro sulla scena. In “Uno nessuno centomila” Pirandello ritiene ognuno attore quando si presenta in pubblico.
Santanelli propone, in collaborazione con Livia Coletta e Ileana Bonadies, responsabili del’organizzazione, e Milena Cozzolino con Federica Riccio, esperte in critica teatrale e addette all’ufficio stampa, un fitto cartellone per la prossima stagione, il terzo anno della loro attivit , dopo i primi timidi passi del 2012 fatti tra dubbi e incertezze, lo scorso anno si sono esibiti in 25 famiglie a Napoli e provincia, Caserta, Benevento e d’estate in Costiera amalfitana e Anacapri. Ospite del Teatro Nuovo Sanit  “In viaggio con Papele” con Roberto Giordano e Monica Assante Di Tatisso, gli esordi dei primi 40 anni di Raffaele Viviani, in origine Viviano, drammaturgo e attore stabiese. Due spettacoli di Annibale Ruccello. “… da questo tempo e da questo luogo… 25 rose dopo…” con Cristina Donadio e Luca Trezza .
Oggi pomeriggio (6 ottobre alle 18), al Vomero c’è “Mamma piccole tragedie minimali” con Rino Di Martino (in foto), regia di Antonella Morea. Poi, Renato Carpentieri interprete di
“Il cielo stellato, omaggio a Immanuel Kant”. Di Manlio “Il chiodo fisso” e “Son tutte belle le mamme del mondo?”. Il primo con Annarita Vitolo, l’altro con Gea Martire. Lingua sonora concerto di suoni napoletani sui testi della tradizione linguistica del’400 e 700 con voce recitante di Enzo Salomone e Ciro Longobardi al pianoforte preparato, strumento che miscela composizioni di noti musicisti. Ancora, “Io la canto cos” con Antonella Morea voce, Franco Ponzo chitarra, Vittorio Cataldi fisarmonica e violino. “T’angheria” con Francesca Rondinella e Giosi Cincotti piano e fisarmonica. Tra gli eventi speciali uno spettacolo della compagnia giovani Movimento Danza, omaggio a Ella Fitzgerald e Louis Armstrong con Carlo Lomanto e Emilia Zamuner, un viaggio tra la musica latinoamericana con Francesco Scelzo chitarra.
Lodevole è l’iniziativa di portare il teatro in luoghi diversi. Si riprende la tradizione dei teatranti ospiti nei castelli, a corte, presso i nobili, con spettacoli, musiche e danze.
Qualsiasi evento artistico dal libro a un concerto, promuove dialogo conoscenze arte.

per saperne di più

www.ilteatrocercacasa.it

info@ilteatrocercacasa.it
press@ilteatrocercacasa.it
il contributo per l’associazione per ogni spettacolo è di dieci euro.