Il leader decade. Ma il centrodestra raddoppia. La spaccatura è stata ideata per confondere e illudere. Chi annuncia la frattura del partito comunica subito che i dissidenti “sono nostri alleati con la Lega e altri”. La platea applaude. La magia stupisce. In un attimo spariscono falchi e colombe. Il “traditore” gli fa eco, più bravo di tutti a ripetere le stesse parole a lui dettate, annuncia piena fedelt  “al padre” assicurandogli lealt  e difesa contro chi lo vuole via dal Senato perch i suoi lo ritengono innocente. Alla Magistratura, invece, risulta che la frode fiscale ha avuto inizio dagli anni ottanta. Si ignora che la frode al fisco non è di un cittadino o un assessore comunale ma del Capo del Governo che ha sempre dichiarato la sua tenace lotta agli evasori. Sarebbe stato assolto se avesse citato col suo humour alla Corte il detto “chi predica bene razzola male”.
stata evidenziata la presenza di giovani “falchetti” con le piume verniciate e incollate sul capo come è lo stile del Capo e di briose falchette in minigonna con seni abbondanti.
La scissione è annunciata in un locale trasformato per un’ora in teatro per un unico non bravo attore-clown, noto perch ispira vignette satiriche e barzellette in diverse lingue. In una maldestra recitazione di un copione gi  visto spesso, il pubblico ha assistito a pause, finte lacrime, battute sarcastiche banali e, al termine, un malore ben imitato con comparsa in scena di un medico. Un solo sorso d’acqua ha dato subito forza per lanciare l’ultimo slogan. Grande Tempra in un Grande Statista. Arte del teatrante raffinata negli ultimi venti anni. Il “Centrodestra”, denominazione non originale ma accattivante, avr  la funzione di associare nostalgici della Destra e della DC,finiani, elettori del PDL delusi del Presidente Padrone, condannato, spesso inquisito, seduttore. Avr  certo più voti.” la somma che fa il totale”.
La frattura come una pessima frittura ha un pessimo odore. Alcuni fedelissimi repentinamente hanno tolto le penne del falco per indossare le piume di colomba portando nel becco un ramo di ulivo finto di plastica dozzinale. La nuova sceneggiata ha il fine di salvare il Cavaliere. Passa all’opposizione dopo la votazione di espulsione. Salva la faccia mantenendo per la prima volta una promessa ai suoi elettori. Il Governo non cade e non crollano i titoli di Mediaset in Borsa con un congruo aumento degli introiti della pubblicit  nelle TV e più forti impulsi alle attivit  delle aziende gestite dai figli.
Certamente è un buon padre, onesto lavoratore e amante della famiglia, come spesso ha detto. Agli italiani non vuole togliere il piacere di programmi televisivi frivoli, ludici, privi della noiosa cultura, che inducono a votare solo “Forza Italia”. Amante del calcio, ha tirato dalla panca in anticipo sui Mondiali le bandiere per avere la grande gioia di avere per giorni più di sessanta milioni di simpatizzanti e probabili votanti in Italia e altri nel mondo che, esultanti, grideranno lo slogan “Forza Italia” . Pensa a tutto. Non ci resta che sperare che la nostra Nazionale vinca il torneo per non leggere sui suoi giornali a carattere cubitale in prima pagina per più settimane che L’Italia è stata eliminata dalla nostra Magistratura rossa e da un Governo comunista che non fa vincere il Paese.
Gli altri partiti saranno spettatori? Sentiremo un NO?

In foto, il simbolo di Forza Italia