«Quando lavoro le mie mani si muovono secondo una fantasia ma, al tempo stesso, ho bisogno di una progettualit  pregressa legata al tipo di materiali che uso caolino, paste… Il mio obiettivo, poi, è quello di trasferire agli altri le emozioni che provo, le sensazioni che l’azione artistica e l’energia delle sostanze che tratto mi trasmettono». L’artista napoletana Pina Gagliardi le emozioni che prova nella creazione delle proprie opere le mette in mostra da oggi (mercoled 18 ottobre, vernissage ore 18) nello spazio multidisciplinare di via Filangieri 42 “Al Blu di Prussia”, galleria del contemporaneo di Bruno Mannajuolo che vanta un passato importante e un presente ricco di eventi.
L’esposizione, che sar  visibile al pubblico fino al 10 dicembre, si concentra su due cicli, “Teeparty” (foto) e “Traces” che le d  il titolo, nucleo di dodici lavori, (otto fanno parte della prima serie, e quattro della seconda) di dimensioni differenti, concepiti per l’iniziativa partenopea. Si rinnova, nella continuit , la raffinatezza artistica dell’autrice che si muove su due binari, quello geometrico e razionale, l’altro impetuoso, passionale e armoniosamente imperfetto.
Le composizioni minimaliste di Teeparty trovano ragione di vita nel tee, chiodo di legno con testa concava utilizzato per sostenere la palla da golf durante il primo colpo di ogni buca. Ne compra tanti, morbidi, allineati tra loro, pazientemente incollati uno a uno sulla tela uno a uno e poi dipinti si offrono come forme perfette, creando raffinate immagini tridimensionali che cambiano secondo la distanza e la posizione dell’osservatore.
La volutt  di dare forma alla materia (paste acriliche e pigmenti), invece, lascia “Traces”, tracce emotive sulla tela, inventando vortici, paesaggi con vegetazioni imponenti, crateri sorti dalla appassionante caos dell’anima, libero di esprimersi con impeto, controllato però da pensieri forti, mai disordinati. Tutte “creature” artistiche che coinvolgono chi guarda ma invitano anche a una riflessione sulla vita, con le sue luci e i suoi silenzi.

Orari Sino al 10 dicembre, mar-sab 10.30/16-20. Ingresso libero
Brochure della mostra in galleria, Paparo Edizioni

per saperne di più
www.albludiprussia.com