Dedicato a Rossini. Dura 16 minuti il cortometraggio Caro Gioachino (foto) proposto dal teatro San Carlo alla 75esima mostra del cinema di Venezia durante le giornate degli autori. Il lavoro, girato interamente a Napoli e  realizzato da Kaos Produzioni in collaborazione con Rai Cinema per celebrare i 50 anni dalla morte del compositore di Pesaro, sarà presentato lunedì 3 settembre. Tra gli interpreti, il soprano Carmela Remigio che dà voce alla consorte di Rossini.
Il docufilm, diretto da Stefano Gargiulo,  ha come protagonista Sergio Ragni, importante collezionista di Rossini e curatore del suo epistolario, che incrocia nella sua casa museo un ospite inatteso: Marie-Henri Beyle, in arte Stendhal. Un incontro carico di tensioni. Ragni ha finalmente l’occasione di confutare e contestare ciò che in forma romanzata Stendhal scrive nella biografia Vie de Rossini, scritta quando il compositore era ancora in vita e da subito criticata dal maestro oramai lontano dalla ribalta dei grandi teatri d’opera dell’epoca.
Assistono ai loro battibecchi, Isabella Colbran prima moglie del musicista che ebbe un profondo legame con la città, l’impresario del San Carlo che lo volle a napoli, figura mitica nel mondo teatrale europeo della prima metà dell’ottocento, il dottor Cotugno illustre medico napoletano vissuto a cavallo tra il Settecento e l’Ottocento.