Scopri la storia della città visitandola. L’occasione te la offre Castel Nuovo di Napoli, noto come “Maschio Angioino”, sabato 1 e domenica 2 aprile e in ogni weekend. Attraverso quattro percorsi si potranno conoscere i nuovi ambienti aperti al pubblico per la prima volta con le associazioni IVI – Itinerari Video Interattivi, Timeline Napoli e HyppoKampos Adventure.
Eccoli. Il primo si intitola “Graal tra storia e mistero” ed è a cura di IVI Itinerari Video Interattivi: è un percorso esoterico che dall’Arco di Trionfo porterà alla Sala dei Baroni. Saranno interpretati significati nascosti del magnifico arco d’ingresso fino alla sala del trono dove sarà mostrato per la prima volta come il sole disegni precise simbologie sulle pareti del castello. Prenotazioni al 3483976244.
Il secondo si chiamaIl sogno di Lucrezia la preferita del re“: nuova video visita di IVI con lenti oled, ideata per rivivere in prima persona  la storia di Lucrezia d’Alagno, la dama preferita di Alfonso d’Aragona, che ebbe un ruolo importante nella storia del Regno, ma che non divenne mai regina. Saranno, inoltre, visibile luoghi e panorami inaccessibili al pubblico. Prenotazione al 3273239843.
“La fuga di Re Carlo” la propone HK Adventure per
ripercorrere la leggendaria ritirata da Napoli di Re Carlo VIII di Francia, alla fine del XV secolo. dalla “Gran Sala” fino al mare. I visitatori saranno calati con una fune, muniti di casco, luce e imbracatura in totale sicurezza, nel suggestivo pozzo in piperno, lungo trenta metri, per poi risalire attraverso una suggestiva scala elicoidale accompagnati da un’esperta guida speleologica. Prenotazione  al 3317451461.
Il segreto del Drago” è la caccia al tesoro storica (prenotazione al 3317451461) che condurrà i bambini (dai 6 ai 12 anni) alla corte di Alfonso I d’Aragona per scoprire – muniti di mappa e accessori – la vera storia del re, capostipite del ramo aragonese di Napoli, e i segreti a lui legati. Celebre membro dell’Ordine del Drago, da vero principe precursore del Rinascimento, Alfonso favorì i letterati, che credeva avrebbero tramandato la sua fama ai posteri, e  riteneva indisemsabile la forza della Conoscenza.
Castel Nuovo fu epicentro della vita di corte del Regno meridionale d’Italia al tempo di re Alfonso d’Aragona, detto il Magnanimo, che ereditò i titoli di re d’Aragona alla morte del padre Ferdinando I. Era il 2 aprile 1416. E la storia del Graal sembra incrociarsi con la sua figura.
La ricerca del Sacro Graal in questo luogo di Napoli parte da una serie di scoperte realizzate e dall’osservazione della giara in pietra, scolpita alla base del balcone esagonale dal quale si affacciava proprio re Alfonso. Partecipa alle visite  per scoprire in fascino del tempo mai perduto.
Orari ordinari di visita:
Sabato partenze ogni ora dalle 9:30-17:00
Domenica partenze ogni ora dalle 9:30-12:30
Nella foto, uno degli spazi del Maschio Angioino scoperti di recente