Arte e artigianato d’eccellenza si uniscono insieme per ripopolare un quartiere storico partenopeo attraverso il tramite dell’arte. Anche quest’anno non poteva mancare un classico evento del Natale Made in Naples: parliamo dell’Arte in Vetrina, l’esposizione di opere pittoriche, sculture, ceramiche e fotografie all’interno delle vetrine degli esercizi commerciali del Mercato e del Borgo degli Orefici di Napoli.
A dare il via ai festeggiamenti natalizi sarà il vernissage del 10 dicembre, alle ore 18.00, al Polo Orafo la “Bulla” di via Duca di San Donato 73, con una serata dedicata alla proiezione e spiegazione del percorso espositivo, l’incontro con gli artisti e un momento di degustazione dei tipici prodotti della tradizione partenopea.
L’evento rientra nella “Notte d’oro agli Orefici” che vede Piazza Orefici, Piazza Carlo Troya e Via Saverio Baldacchini con i negozi aperti fino alle 24 e un insieme di eventi collaterali: danze popolari, Radio Marte Party, musica, animazione, mercatini con prodotti tipici locali e a tema natalizio, degustazione prodotti tipici e biologici, arte presepiale, orafa e ceramiche, visite guidate.
Per la XV edizione il percorso espositivo prevede il coinvolgimento di artisti affermati e pittori amatoriali per dare a tutti la possibilità di esporre in un contesto differente rispetto ai circuiti ufficiali, talvolta ristretti, dell’arte. E come lo scorso anno anche l’edizione 2016 prevede la collaborazione con una prestigiosa galleria napoletana; quest’anno alcune opere riceveranno menzione speciale da Piero Renna, direttore della galleria Prac – Piero Renna Arte Contemporanea.
Gli spazi della Bulla saranno invece dedicati alle scuole, con un percorso che coinvolge i licei artistici Palizzi-Boccioni, il SS Apostoli, l’Isabella D’Este e la prestigiosa Accademia di Belle Arti di Napoli.
Portata avanti per anni dall’Associazione Storico Borgo Sant’Eligio, nella persona di Enzo Falcone, oggi l’arte in vetrina è un’eredità raccolta dal Consorzio Antiche Botteghe Tessili al Mercato nel pieno rispetto della sua originaria volontà di mettere in dialogo la tradizione artigiana tessile e orafa con i differenti linguaggi dell’arte visiva.
L’obiettivo: portare nuovamente in luce un quartiere storico adombrato da una cattiva fama, non inserito nei percorsi turistici tradizionali, nonostante la sua importanza, i monumenti e la posizione strategica per chi vuole visitare il centro storico napoletano.


Anche per questo l’Arte in vetrina si collega al progetto #Sospartenope che ilmondodisuk, portale di arte e cultura e casa editrice, in sinergia con il Consorzio antiche botteghe tessili (di cui è media partner) dedica a Napoli. Si tratta di una iniziativa di crowdfunding lanciata sulla piattaforma Derev per la traduzione in italiano del “Dictionnaire amoureux de Naples” di Jean-Noël Schifano, un dizionario illustrato dei luoghi e dei miti della città che è stato guida, compagno e promotore della città al di fuori del nostro Paese. Una iniziativa importante per rlanciare l’immagine di Napoli, smantellare pregiudizi ed errori storici, far appassionare partenopei e italiani all’identità di una città unica al mondo, ricca di talenti.
La manifestazione gode del patrocinio della Regione Campania, del Comune di Napoli, della seconda Municipalità di Napoli e del Club Unesco Napoli.Sponsor dell’evento, Europa 90 e Gino Ramaglia .
Tra gli artisti in esposizione si segnalano: Renato Aiello, Vincenzo Aulitto, Lina Boffa, Claudia del Giudice, Gianni de Tora, Tania Erbino, Nicca Iovinella, Barbara Karwowska, Teresa Mangiacapra, Antonio Mele, Nadia Miglino, Daniela Pergreffi, Viviana Rasulo, Raffaella Savastano, Sergio Siano, Maria Carolina Siricio, Ilia Tufano, Francesco Verio.

Per saperne di più

 

arteinvetrina15@gmail.com

https://www.facebook.com/LArte-in-Vetrina-1376340989278641/?fref=ts

 

Nelle foto al centro della pagina, da sinistra, opere di Antonio Mele, Gianni De Tora e Ilia Tufano