Liberi di pensare, di essere, soprattutto di esprimersi: è il motto della casa editrice Liberi Editore di Mario Savonardo che celebra i cinque anni di attivit  con la presentazione delle prossime iniziative che si svolgeranno nel corso di tutto il 2009. Infatti, quest’anno tutti gli eventi e i festival faranno parte di un unico organico progetto editoriale che andr  sotto il nome “Liberi di Pensare, di Essere, di Esprimersi, 2009”. Si comincia venerd 29 maggio, in concomitanza con Galassia Gutenberg, alla Stazione Marittima, con la rassegna LiberiaAMOlaCreativit  un festival itinerante, uno spazio dedicato al dialogo tra lettori e scrittori. Sempre alla stazione marittima domenica 31 maggio, una staffetta di incontri e presentazioni di libri oltre alla III edizione del concorso omonimo dedicato alla narrativa, alla poesia, alla recitazione, ai cortometraggi e alla musica d’autore. Uno sguardo attento ai diritti civili e ai temi sociali è la cifra del LIBERIFESTIVAL per la difesa dei diritti umani che si terr  domenica 21 giugno alle 20.30 a Pozzuoli. La casa editrice non trascura l’estetica con mostre e persino un concorso di bellezza Miss e Mister Liberi con sfilate di corpi e non solo anche di idee. Insomma, un programma tutto da scoprire e da seguire con un’attenzione particolare alle iniziative dedicate al volontariato e al sociale per promuovere e sensibilizzare le attivit  di enti e associazioni che operano nelle zone di periferia, nei settori del sociale e della tutela ambientale.

Questo variegato contenitore lascia spazio ai giovani scrittori e talenti, di esprimersi con un evento speciale che si terr  il 15 ottobre alla Galleria Toledo di Napoli. In questa rinnovata edizione nasce anche una nuova collana di Impegno Civile e Sociale “I Soliti Sognatori”, con lo scopo di valorizzare i grandi temi sociali e culturali, coniugando realt  e sogno per costruire un percorso sociale attento ai problemi della societ  di oggi, ai problemi di quelle periferie troppo spesso lasciate sole. Una grande passione e una forte motivazione hanno spinto Mario Savoiardo, ideatore e direttore della Casa Editrice, ad andare avanti pur tra mille difficolt  come egli stesso afferma. Alla conferenza stampa di presentazione erano presenti tra gli altri Lello Savonardo, direttore della Collana Transit, il giornalista Luciano Scateni, la esordiente scrittrice Grazia Zimmaro, oltre a Daniele Sanzone del gruppo A67 noti al pubblico per il singolo Chi me sape, dall’album SUBURB dedicato alle periferie delle nostre citt  e di quelle del nostro pianeta.

Ambiente, pace, diritti umani e diritto alla cultura insieme con l’ascolto dell’altro sono i temi intorno ai quali si concentra l’impegno della casa editrice e di quanti collaborano con essa.

Un viaggio, questo della Liberi Editore, che parte in primavera e si snoda per tutta l’estate attraverso le mille forme dell’arte, e dell’impegno sociale. Un modo per dare spazio alla creativit  alle idee, alla originalit  di ciascuno; un laboratorio come lo stesso Savonardo lo definisce, una palestra per le idee e per il pensiero fin troppo stretto tra vincoli mediatici e luoghi comuni.

Non resta che augurare un in bocca al lupo alla piccola casa editrice e sperare in nuove e appassionate, prossime avventure.

Nella foto, Mario Savonardo

LA NOTIZIA

Marc Fumaroli, ospite all’istituto francese di via Crispi

Luned 25 maggio, ore 19: in occasione dell’uscita in Italia per Adelphi del suo libro Chateaubriand. Poesia e terrore, Marc Fumaroli incontra il pubblico all’istituto francese di Napoli Le Grenoble, insieme a Benedetta Craveri e Giuseppe Merlino. Marted 26 alle ore 16.00, l’autore sar  invece all’Istituto Italiano per gli studi filosofici insieme a Gerardo Marotta, Antonio Giuliano, Maurizio Torrini, Giuseppe Olmi, Francesco Solinas.

Marc Fumaroli, "agrg" in Lettere classiche, ha occupato presso il Collège de France la cattedra di "Retorica e societ  in Europa (XVI – XVII secolo)" ed è dal 1995 membro dell’Acadmie Franaise. Dottore "honoris causa" delle Universit  Federico II di Napoli, Bologna, Genova e Madrid, ha tenuto corsi e conferenze in tutto il mondo, e in particolare negli Stati Uniti. membro di numerose "socits savantes" francesi e straniere, Presidente della Societ  degli Amici del Louvre. Specialista delle arti della cultura europea, ha pubblicato nel 1991 L’tat culturel, nel quale propone una visione assai critica della politica culturale francese. La sua ultima opera, Paris-New York et retour, Voyage dans les arts et les images (Ed. Fayard, 2009), prosegue la sua indagine sullo statuto e il commercio dell’arte oggi.
Queste sono le opere finora tradotte in italiano dalle Edizioni Adelphi: Lo Stato culturale (1993), La scuola del silenzio (1995), Il Salotto, l’Accademia, la Lingua (2001), L’et  dell’eloquenza (2002) e Le api e i ragni (2005).