L’orgoglio musicale di Napoli si mette in mostra a piazzetta Nilo. La città valorizza il suo patrimonio artistico/storico attraverso l’associazione culturale “Napoli Città Reale” che organizza il concerto dell’Epifania alla vigilia dell’ultima festa natalizia. Venerdì 5 gennaio, alle 19.30,  nella chiesa S. Angelo a Nilo.

Protagonista dell’iniziativa, un’eccellenza del nostro territorio: l’Orchestra sinfonica dei Quartieri Spagnoli di Napoli (foto) nata su modello del sistema pedagogico-musicale creato in Venezuela da José Antonio Abreu, musicista ed ex ministro della cultura del Venezuela, che ha organizzato una rete d’istruzione musicale di 180 orchestre con il coinvolgimento di circa 350.000 bambini e ragazzi provenienti dai barrios più poveri del Venezuela, spesso con disabilità fisiche o psichiche.
Introdotta da Antonio De Simone, archeologo e docente straordinario di Architettura antica all’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa, la serata partenopea proporrà un denso programma, da Bolero di Maurice Ravel a Napul’è di Pino Daniele, passando per Bach e Beethoven. Il biglietto costa 12 euro.