Una vera e propria maratona musicale al San Carlo in favore della popolazione abruzzese colpita dal terremoto. Una bella idea, si dir ; certo, ma che tristezza quei palchi vuoti… A tutti è nota l’efficacia della comunicazione del massimo napoletano, come pure non sembra estinta la consueta generosit  dei napoletani, tutti gli artisti hanno voluto (con)correre eppure, la risposta del pubblico è stata davvero sorprendente per esiguit .
L’orchestra ha aperto la maratona, con il Concerto in do minore K. 491 per pianoforte e orchestra di Mozart, che ha visto Maurizio Zanini nella duplice veste di solista e direttore. Ancora del Salisburghese sono state eseguite l’ouverture da “La clemenza di Tito” e la Sinfonia K. 425 "Linz".
Una selezione dal Requiem di Mozart ha permesso anche al coro del teatro di partecipare all’iniziativa. Stavolta sul podio c’era Marco Ozbic, noto al pubblico sancarliano come direttore stabile del coro. Vivace e brillante, come sempre, la partecipazione delle voci bianche dirette da Stefania Rinaldi e accompagnato al pianoforte da Lucio Grimaldi.
I coristi in erba, impeccabili, tuttavia, per rigore e professionalit , hanno presentato una carrellata di brani, da una Fantasia sull’ode "An die Freunde" dalla Sinfonia n. 9 di Beethoven, l’Ouverture dal “Flauto magico” e due fantasie, una su temi della “Carmen” di Bizet e un’altra sulla “Turandot” di Puccini.
Le trascrizioni per coro di voci bianche e pianoforte sono firmate da Luigi Del Prete, giovane e brillante compositore che vanta numerosi e prestigiosi riconoscimenti. Un monologo di Simona Marchini sulla “Traviata” e alcuni estratti dal balletto "Napoli zompa e vola", che ha riportato sul palco l’orchestra, diretta stavolta da Pietro Mainiti, hanno chiuso la serata.
Nell’andar via, i pochi, ma soddisfatti spettatori avevano tutti ancora nel cuore le suggestive note di “Va’ pensiero”, che il coro di voci bianche ha voluto offrire come (graditissimo) bis.

Da Dante & Descartes c’è Todd Hasak-Lowy
Due anni dopo la pubblicazione della raccolta di racconti “Non parliamo la stessa lingua” (minimum fax), torna a Napoli Todd Hasak-Lowy.
L’appuntamento con lo scrittore americano è per domani, 20 maggio, ore 19.00 alla libreria Dante & Descartes (Via Mezzocannone 75) per la presentazione del suo primo romanzo “Prigionieri” appena uscito per minimum fax.
Protagonista è David Bloom, sceneggiatore affermato di violenti film d’azione, marito e padre dalla vita tranquilla. Turbato dallo scenario politico del suo paese decide di affrontare una nuova sfida professionale scrivere la storia di un serial killer intento a decimare i capi delle multinazionali e gli spregiudicati uomini politici che tengono in pugno le sorti del pianeta, e di un poliziotto che, pur avendone la possibilit , non si sente in diritto di fermarlo.
Insieme all’autore sar  presente Martina Testa.

Dante & Descartes
Via Mezzocannone 75
www.dantedescartes.it
www.minimumfax.com

La Napoli del maggio in un concorso fotografico
Napoli attraverso giovani obiettivi domani 20 maggio, ore 15, l’Accademia di Belle Arti ospita la presentazione della IV edizione del concorso fotografico Fotografa il Maggio. L’iniziativa, organizzata dall’Associazione Oltre il Chiostro in collaborazione con l’Accademia, la rivista Charme, ilmondodisuk e con il patrocinio del Comune di Napoli è riservata ai fotografi non professionisti della Campania. Dopo l’annuncio del vincitore della scorsa edizione “Napoli e il barocco contemporaneo”, alle 16.30 sar  inaugurata la mostra dei trenta lavori sul tema, ospitata nel Complesso monumentale di S. Maria La Nova.
Nel corso della manifestazione sar  anche reso noto il tema della prossima edizione “Napoli e la sua scena”.

Per saperne di più www.oltreilchiostro.org sezione news, oppure tel.0815521597