Dedicata all’Infinito di Giacomo Leopardi, l’ottava edizione dell’iniziativa le Giornate FAI d’autunno. Sabato 12 e domenica 13 ottobre in 260 città italiane per la raccolta fondi del Fondo Ambiente Italiano “Ricordati di salvare l’Italia” attiva  questo mese.
Anche la Campania partecipa con le 5 province: tanti i giovani del FAI che accompagneranno i visitatori lungo i percorsi tematici espressamente ideati per l’occasione, con l’obiettivo di trasferire il loro entusiasmo nella scoperta di luoghi inediti e straordinari che caratterizzano il nostro panorama: palazzi, chiese, conventi, castelli, aree archeologiche, musei, giardini e siti naturalistici.
Segnaliamo alcuni appuntamenti tra il capoluogo e dintorni: a Napoli domenica 13 ottobre alle 10 e alle 11, al Parco Vergiliano di Piedigrotta i visitatori potranno assistere a una lettura dell’Infinito di Giacomo Leopardi a cura di Arianna Ricciardi e Rossella Massari della Compagnia Vernicefresca Teatro in occasione del 200esimo anniversario dalla sua scrittura (prenotazione obbligatoria www.faiprenotazioni.it).
Alle 12 si terrà una lettura dell’Infinito a cura dei Mediatori culturali del Gruppo FAI Ponte tra culture di Napoli in italiano e nelle lingue e dialetti del mondo: inglese, russo, ucraino, rumeno, spagnolo, francese, portoghese, wolof, malinké, konianké, sousou, bambara, dendi, kassonke e djoula.
A Pozzuoli si potrà visitare il Lago d’Averno, uno dei cinque laghi dell’area flegrea formatosi in uno dei crateri dei tanti vulcani spenti, luogo straordinario sia dal punto di vista naturalistico, come anche storico e artistico. Fra letture e momenti musicali, i visitatori conosceranno i numerosi miti che vi sono ambientati in un percorso che toccherà le rovine del cosiddetto “Tempio di Apollo”, includendo inoltre una tappa enogastronomica presso un’azienda vinicola locale (sabato e domenica dalle 10.00 alle 14.00 – info: pozzuoliecampiflegrei@gruppofai.fondoambiente.it).
Si potrà anche andare alla scoperta della Reggia di Portici, edificata alla metà del Settecento su commissione di Carlo di Borbone sovrano di Napoli. È il palazzo reale borbonico che precede la Reggia di Caserta, poi residenza estiva e di caccia, oggi sede universitaria e museo, luogo poco conosciuto e frequentato nonostante la sua straordinarietà, dovuta alla splendida posizione e soprattutto al suo valore storico-culturale. Edificio grandioso e monumentale, che si estende, tra palazzo, giardini e parco, dalla costa alle pendici del Vesuvio, alle porte di Napoli, il Real sito di Portici (foto) è composto da due parchi (inferiore e superiore) al cui centro si trova il palazzo reale.
Tre itinerari tematici: storico-artistico (Herculanense Museum, appartamenti reali, sala cinese e galoppatoio), botanico (visite al quadrato storico dell’Orto Botanico, accompagnati dagli esperti della facoltà di Agraria) e naturalistico (attraverso i sentieri del bosco, il giardino segreto, il Castello e l’area della pallacorda) – (sabato e domenica dalle 10.00 alle 18.00 ultimo ingresso 17.30). Visite speciali dedicate solo agli iscritti FAI: Sabato e Domenica ore 10.30/11.30/12.30/16.00 visite guidate all’Orto botanico presso il palmento, il felceto e le serre (durata 40 minuti). Sabato verrà aperta anche la Cappella Reale, dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 18.
Tra le iniziative , nei due giorni di apertura, per gli appassionati di yoga e meditazione, sarà possibile partecipare a lezioni e incontri di hatha yoga e yoga nidra con campane tibetane a cura dell’Associazione Hathayoga (su contributo). Domenica 13 ottobre, le iniziative prevedono anche il trekking al parco superiore della Reggia di Portici (su contributo). Informazioni su costi, orari e prenotazioni tel. 0812532016 – mail prenotazioni@centromusa.it.
Ogni visita prevede un contributo facoltativo, dai 2 a 5 euro, a sostegno dell’attività della Fondazione. Durante le Giornate FAI d’Autunno in via eccezionale anche i Beni FAI saranno accessibili a contributo facoltativo. Per gli iscritti FAI e per chi si iscriverà per la prima volta – a questi ultimi sarà dedicata la quota agevolata di 29 euro anziché 39. La quota agevolata varrà anche per chi si iscriverà per la prima volta tramite il sito www.fondoambiente.it fino al 20 ottobre.