Buon compleanno Federico. Venerdì 7 giugno si celebrano i 795 anni dell’antica università di Napoli.  Una giornata piena di iniziative, che parte dai giovani e festeggia i  migliori laureati e i ragazzi che hanno vinto premi importanti in giro per il mondo.
Ogni anno la manifestazione è caratterizzata dalla riscoperta di pezzi di storia. Nel 2019 quella più significativa è stata la presenza della mura greche all’interno dell’edificio centrale, come se l’università avesse assunto in sé la storia di una città che è iniziata con le prime migrazioni dei greci in occidente. Una mostra sul recupero sarà allestita il giorno dell’evento  nell’atrio della sede centrale della Federico II.
Alle 14.30 si svolgerà la premiazione per il Contest fotografico promosso dal Comitato Unico di Garanzia – CUG Unina II Edizione, che aveva per tema Ambiente. Ambienti. I luoghi dell’esperienza universitaria al quale hanno partecipato gratuitamente, con foto a colori o in bianco e nero, originali e inedite tutti coloro che appartengano alla comunità universitaria federiciana in qualità di studenti, docenti, ricercatori e personale tecnico – amministrativo. Hanno partecipato al concorso anche alcuni studenti del Polo universitario penitenziario regionale per i detenuti della Campania.
Alle 16.30, nell’Aula Magna Storica il rettore Manfredi con il prorettore Arturo De Vivo e i presidenti delle 4 scuole dell’Ateneo premieranno i laureati illustri: Alberto Cutillo, Angela Falciatore, Pietro Greco, Alessandra Losito, Maurizio Manfellotto, Filippo Patroni Griffi e Francesco Pinto.
Gran finale nel cortile delle statue (sito federiciano di via Paladino, 39) con il concerto d di Enzo Gragnaniello Lo chiamavano vient’ ‘e terra: lo spettacolo è a ingresso libero, fino ad esaurimento posti (l’apertura dei cancelli è alle 19.30).
Mentre nel futuro della Federico II c’è l’ampliamento della sede del Museo di Antropologia , del Centro Musei delle Scienze Naturali e Fisiche, a 20 anni dall’inaugurazione dell’attuale sede, che consentirà di ampliare l’attuale allestimento con l’esposizione di ulteriori collezioni del ricco patrimonio sinora conservate nei depositi.
Per saperne di più
http://www.buoncompleannofederico.unina.it/