“Dopo di noi” è lo sportello di Piazza Riario Sforza, nel cuore del centro antico di Napoli: un’iniziativa siglata tra il Pio Monte della Misericordia e il Corpo Internazionale di Soccorso Costantiniano ODV dedicato alle persone con disabilità e alle loro famiglie.
Lo sportello accoglierà persone portatrici di disabilità per parlare della possibilità di assicurare loro un progetto di vita inclusivo e volto ad incentivare una vita autonoma dopo la scomparsa dei propri genitori, anche mediante il ricorso ai molteplici strumenti giuridici messi a disposizione dalla Legge 22 giugno 2016, n° 112, “Dopo di noi”.
Gli incontri si svolgeranno ogni martedì, a partire dal 4 maggio 2021, dalle 10 alle 13 a Piazza Riario Sforza 159, negli uffici distaccati del Pio Monte della Misericordia, e saranno condotti da diversi esperti che offrono la propria collaborazione professionale a fini sociali e umanitari.
Coordinatrice dello sportello, l’avvocata Valeria Pessetti. Ne sono, invece, referenti la dottoressa Rossella Continisio, la dottoressa Assunta Licciardiello, la dottoressa Nunzia Gilardi, l’avvocato Michele Lauletta, la dottoressa Maria Rosaria Duraccio – coordinatrice del Comitato scientifico dello Sportello – e l’avvocato Giuseppe Brandi – coordinatore del Comitato scientifico dello sportello e responsabile Scientifico del Progetto “Dopo di Noi…il C.I.S.”.
L’iniziativa colma un vuoto nel quartiere e si inserisce perfettamente nella missione del Pio Monte della Misericordia, da sempre vicino ai più fragili confermando l’ impegno nell’opera di assistenza e beneficenza dell’ente, con interventi diretti e sostenendo le attività di Associazioni che operano nel sociale.
Lo sportello pone al centro del suo servizio la “persona debole”, offre gratuitamente accoglienza, ascolto, consulenza e linee guida per la pianificazione di progetti attuali e di vita futura, nell’orizzonte del “Dopo di Noi”, ovvero del dopo la morte dei congiunti dei portatori di disabilità.
Le tematiche riguardano il piano allocativo e le modalità: legale, fiscale, delle garanzie dei diritti istituzionali e privati, della tutela delle attribuzioni di beni, delle garanzie sociali e assicurative, delle erogazioni finanziarie e dei loro vincoli di destinazione, delle cure mediche e loro modalità e luoghi, del sostegno psicologico.
Gli stretti congiunti dei meno fortunati non restano, così, da soli con pesanti interrogativi esistenziali inevasi perché trovano in questi servizi le indicazioni per organizzare un orizzonte consapevole e programmato al proprio caro.
Per saperne di più
www.piomontedellamisericordia.it
www.soccorsocostantiniano.org

RISPONDI