Una pandemia che stravolto tutto. Anche la gestione del paziente con malattie croniche. Mancanza di controlli medici e chiusure non hanno favorito i necessari screening. E anche nell’ambito delle malattie endocrino-metaboliche (dai carcinomi tiroidei fino alle complicanze del diabete per citarne qualcuna) si è verificato ciò.
La Campania registra da tempo un tasso molto alto di amputazione di piede diabetico (circa il 6.7%, mentre in Italia le amputazioni piede diabetico sono al 5.5%) e si ipotizzano numeri sempre più in crescita a causa proprio di mancati controlli.
 E’  uno dei dati che emergerà dal corso di aggiornamento sulle “Malattie endocrino-metaboliche nell’Asl Napoli 1 Centro” presieduto dal direttore sanitario Maria Corvino con responsabile scientifico Vincenzo Nuzzo (foto), che guida il reparto di Endocrinologia e malattie del ricambio e della nutrizione all’Ospedale del Mare di Napoli.
Il corso si terrà venerdì 1 ottobre al Grand Hotel Serapide di Pozzuoli.
Prevista la partecipazione di specialisti del settore, della rete medica dell’Ospedale del Mare e di quella endocrino-metabolica dell’Asl Napoli 1 Centro, delle associazioni scientifiche e dei pazienti come la Ape (Associazione pazienti endocrino-metabolici) presieduta da Roberta Giova.
Introduco il corposo programma, Ciro Verdoliva, direttore generale Asl Napoli 1 Centro, Maria Corvino, Michele Ferrara direttore Dao Asl Napoli 1 Centro e Giuseppe Vitiello direttore sanitario dell’Ospedale del Mare.
Il corso si articola attraverso le sessioni dedicate al post Covid (presidente la professoressa Annamaria Colao, moderatrici le dottoresse Rosa Ruggiero e Maria Triassi) con un focus sul futuro delle malattie metaboliche nell’Asl Napoli 1 Centro e quella sul Gruppo Oncologico Multidisciplinare (presidente il professor Giovanni Lupoli, moderatori l’oncologo Bruno Daniele e il professore Giancarlo Troncone), con particolare attenzione agli interferenti endocrini tra cui l’inquinamento e l’approfondimento di altre tematiche ambientali.
A questo scopo saranno presenti, nell’area dei lavori, stand per sensibilizzare su progetti e iniziative messe in campo soprattutto nella gestione del cleaning.
Si proseguirà con gli approfondimenti medici sul diabete mellito e l’ipofisi mentre nel pomeriggio si discuterà di nutrizione e obesità, metabolismo osseo e si effettueranno prove pratiche prima di dare spazio alla sessione dedicata alla centralità del paziente con patologia endocrino metabolica.
In copertina, foto di Darko Stojanovic da Pixabay 

RISPONDI