Domenica in dimora. Alla ricerca della storia mai dimenticata. Porte aperte per circa trenta residenze, castelli e ville e quattro centri storici unici nella loro struttura urbanistica e architettonica; quattro itinerari alla scoperta di famiglie, tradizioni e di uomini protagonisti della storia della Campania al centro dell’iniziativa promossa e realizzata dalla Regione Campania attraverso la Scabec in collaborazione con l’Associazione Dimore storiche otaliane.
Dal 26 gennaio al 26 aprile 2020 (ogni ultima domenica del mese). Si offrono allo sguardo anche antichi opifici, magioni, torri, masserie. Un patrimonio da visitare  tra itinerari tematici che inglobano  i musei del territorio e i centri storici:  visite guidate che non si limitano a illustrare solo il luogo, ma lo rendono parte di una esperienza di viaggio, nel tempo e nella storia.
Si parte il 26 gennaio a Napoli e in provincia con sei palazzi e due ville: Palazzo Ricca in via Tribunali sede dell’Archivio Storico del Banco di Napoli, uno dei palazzi più antichi, realizzato nel Cinquecento dal barone Gaspare Ricca, luogo di enorme fascino in cui sono custoditi documenti che sono tesori della memoria di Napoli e che ha al suo interno una Cappella con opere di Luca Giordano e Solimena. Il Palazzo Albertini del Principe di Cimitile in via Santa Teresa degli Scalzi è oggi trasformato in condominio ma conserva intatti molti fregi e affreschi originali e dove si trova la particolare scalinata di accesso al piano nobile.
Visite guidate anche a Palazzo Donn’Anna a Posillipo, uno dei simboli della città di Napoli, ricco di storie e leggende e la Casa Museo Sergio Ragni (foto), Villa Belvedere a via Aniello Falcone.
In provincia di Napoli saranno aperti al pubblico per le visite guidate la Villa Tufarelli a San Giorgio a Cremano, una delle dimore del Miglio d’Oro, la Masseria Astapiana Villa Giusso a Vico Equense, il Palazzo Niglio Jadiccio a Frattamaggiore, uno dei pochi palazzi nobiliari della provincia ancora abitato dalla famiglia originaria, con il suo accurato restauro di affreschi e opere realizzate in stile tardo barocco e il Palazzo Nucci a Cicciano con i suoi cortili e lo splendido giardino.  Le visite guidate nei siti sono alle 10,30 e alle 12,30.
Le altre domeniche del calendario, invece, coinvolgono le province di Salerno, Caserta, Avellino e Benevento, con percorsi che si possono effettuare utilizzando i bus navetta o raggiungendo le destinazioni in autonomia. Gli orari delle visite guidate variano a seconda del sito.
Per saperne di più
www.campania.artecard.it/domenicheindimora

 

RISPONDI