Anacapri celebra la musica.  Con la sedicesima edizione  del festival Dal barocco al Jazz, organizzato dalla Fondazione F.M. Napolitano in collaborazione con il Comune di Anacapri e curato nell’ideazione e nella direzione artistica da Maria Sbeglia. Tutto esaurito ieri sera sulla Ttrrazza dell’Hotel Caesar Augustus di Anacapri con oltre 200 spettatori per il concerto di Maria Pia De Vito (foto).
L’eclettica artista napoletana, accompagnata da Roberto Taufic alla chitarra e Roberto Rossi alle percussioni, ha presentato dal vivo i brani del suo ultimo lavoro discografico Core Coraçao. Una ricerca artistica attorno alle composizioni di Chico Buarque, Guinga e Francis Hime, dal jazz alla samba passando per la musica napoletana e la bossa nova.
Dopo la serata di oggi dedicata agli sponsor si  prosegue domani, 4 agosto, con l’Orchestra d’archi Ryco (Rotary Youth Chamber Orchestra, nata nel 2013 come progetto del Rotary Club Napoli Ovest  e attualmente diventata uno dei progetti a favore dei giovani del Distretto Rotary 2100).
L’ensemble, diretto da Luca Signorini, violoncellista, compositore e scrittore, che ha a lungo collaborato con le orchestre di Santa Cecilia, Scarlatti di Napoli, Maggio Musicale Fiorentino, San Carlo di Napoli, vede la partecipazione di Aiman Mussakhaiayeva violino solista kazako, e Gaetano Di Bacco, sassofono solista. Musiche di Antonio Vivaldi, Gioacchino Rossini, Franz Waxman, Astor Piazzolla, Leonard Bernstein e Ennio Morricone.
Si chiude  domenica 5 agosto con il un gruppo musicale formato da cinque professori d’orchestra del San Carlo, i violinisti Giuseppe Carotenuto, Salvatore Lombardo, Angelo Casoria, Nicola Marino e il contrabbassista Giovanni Stocco, legati da una complicità musicale fuori dagli schemi.
Il Cinquetto porta in scena un fantasioso percorso, La comicità in frac: rilettura di  alcuni brani della tradizione classica, passando attraverso Bach, Rossini, Mozart fino ai romantici e moderni. Cinque amici che si divertono con la musica.

Tutti gli appuntamenti avranno inizio alle ore 20
Ingresso gratuito a onviti da ritirare presso gli uffici informazione di Capri e di Anacapri  dell’azienda di Cura Soggiorno e Turismo dell’isola