In anteprima per la stampa, al Cinema Filangieri, Capri-Revolution, un film di Mario Martone.  Introduzione al film il pensiero di Fabrizia Ramondino:  “Quest’isola compare e scompare continuamente alla vista e sempre diverso è il profilo che ciascuno ne coglie. In questo mondo troppo conosciuto è l’unico luogo ancora vergine e che ci attende sempre, ma solo per sfuggirci di nuovo”.
La storia in sintesi: Siamo nel 1914, l’Italia sta per entrare in guerra. Una comune di giovani nordeuropei ha trovato sull’isola azzurra il luogo ideale per la propria ricerca nella vita e nell’arte. Ma l’isola ha una sua e forte identità, che s’incarna in una ragazza, la pastorella il cui nome è Lucia (Marianna Fontana).
 Il film narra l’incontro tra Lucia, la comune guidata da Seybu (Reinout Scholten van Aschat) e il giovane medico del paese (Antonio Folletto). E narra di un’isola unica al mondo, la montagna dolomitica precipitata nelle acque del Mediterraneo che all’inizio del Novecento ha attratto come un magnete chiunque sentisse lo stimolo dell’utopia e coltivasse ideali di libertà, come i russi che, esuli a Capri, si preparava alla rivoluzione. Bellissima fotografia con corpi nudi integrali (foto) e didascalie, essendo in buona parte in dialetto partenopeo e lingua straniera.
Come nel precedente film Il giovane favoloso, Martone, autore di una quindicina di pellicole e ricco di premi, si è occupato anche della sceneggiatura assieme alla moglie Ippolita Di Maio. Durante la conferenza stampa, la giornalista Titta Fiore ha intervistato il regista Martone, la protagonista Marianna Fontana e la sceneggiatrice Ippolita Majo.
 Fanno parte del cast: la Fontana Reinout Scholten van Aschat, Antonio Folletto, Gianluca Di Gennaro, Eduardo Scarpetta, Jenna Thiam, Ludovico Girardello, Lola Klamroth, Masimilian Dirr e Donatella Finocchiaro.  Le riprese del film sono state girate a San Mauro Cilento, isola Azzurra, Camerota e in giro per il Cilento.
Il 19 sarà possibile vedere Capri-revolution in anteprima solo al Cinema Filangieri alle ore 20,30 e al Cinema Modernissimo alle ore 21 alla presenza del regista Mario Martone, l’attore Eduardo Scarpetta e la sceneggiatrice Ippolita di Majo.