Una generazione di artisti che insegue i propri sogni. Ivan Fedele e Cristiano Di Maio giocano con l’ironia nello spettacolo Sala d’attesa  che presentano giovedì 20 dicembre al Teatro Nuovo di Napoli.
Diretti da Pino L’Abbate, sul palco si trovano nella sala d’attesa di un’importante azienda, la “Dream Agency” che produce giovani artisti. Sono Giulio (Cristiano Di Maio) e Camillo (Ivan Fedele) (foto), un poeta e  uno sceneggiatore, due anime solitarie, due caratteri differenti, quasi agli antipodi, ma accomunati da un grande senso di solitudine.
Attendono in una sorta di “acquario”, sospesi nel tempo e nello spazio, il fantomatico  Raggi, un produttore che potrebbe cambiare loro la vita. Camillo e Giulio si ritrovano a dar vita a conversazioni dai temi sempre più ruvidi con battute e sprazzi di stralunata comicità. Tra una partita di sottomuro con le monetine e il ricordo di un’infanzia segnata dal dolore, tra merende Kolossal e la preoccupazione per un futuro ricco incerto, arriveranno all’incontro finale con il produttore.
Spiega il regista: «Come in Aspettando Godot di Beckett (testo cui i due autori si ispirano)  l’attesa diventa un pretesto per mettere a nudo le anime dei protagonisti, per scavare in quella umanità che ha bisogno di essere riportata a galla. La sala d’attesa diventa, dunque, un non luogo sospeso».
L’allestimento scenico, presentato da Best Live, è curato dagli studenti di Extralab dell’Accademia di Belle Arti di Napoli, condotto da Rino Squillante, la voce off è di Ilaria Scarano, le musiche originali di Gianpaolo Ferrigno e Antonio Ottaviano, i costumi di Mattia Sartoria.

Ivan e Cristiano in Sala d’attesa
Napoli, Teatro Nuovo – da giovedì 20 a sabato 22 dicembre 2018
Inizio delle rappresentazioni alle 21
Info e prenotazioni al numero 0814976267
botteghino@teatronuovonapoli.it