Al Madre, tempio contemporaneo della Fondazione Donnaregina, 40 studenti Erasmus incontrano l’artista Christian Leperino. Giovedì 14 marzo, alle 11, nella ex Sala delle Colonne l’artista napoletano terrà il workshop Madres nell’ambito del progetto “Llave maestra: abrir puertas, derribar murallas” (Chiave maestra: aprire porte, abbattere muri).
Momento conclusivo di un’esperienza intergenerazionale e interculturale, che vuole mettere in risalto il valore metaforico dell’immagine della maternità come forza generativa e principio trasformativo del reale, fondamento anche della creazione artistica.
Durante le attività didattiche preparatorie all’incontro italiano, le scuole europee coinvolte hanno approfondito la conoscenza dell’opera The other myself (2014, foto) di Christian Leperino, in mostra al museo Madre, e la possibilità, mediante le pratiche artistiche, di riconoscersi e incontrarsi nell’altro da sé.
Gli alunni hanno lavorato in prima persona sul ritratto e sull’autoritratto, soffermandosi in particolare sulla figura femminile attraverso le generazioni, fotografando se stessi, le loro madri e le loro nonne.
All’incontro i 40 studenti partecipanti, insieme ai docenti, porteranno con sé le stampe su carta di queste fotografie: oltre 100 volti costituiranno la base di un’attività di rielaborazione collettiva finalizzata a creare una grande opera su carta, realizzata attraverso il ritaglio, la scomposizione e la ricomposizione dei ritratti in nuove immagini “ibride”.
L’opera  sarà affissa, temporaneamente, al termine delle attività,  sulle pareti laterali della scalinata che collega il terzo piano del museo al terrazzo.
Gli scatti fotografici del lavoro finale, il video del laboratorio e le fotografie dell’opera realizzata durante il workshop rappresenteranno un materiale da utilizzare per la diffusione del Progetto Erasmus+ presso l’Istituto Cervantes, le scuole europee coinvolte nell’incontro internazionale di Napoli, ed eventualmente, altre istituzioni nazionali ed internazionali.
Il progetto, coordinato dalla docente Maria Paz Tolin Pato, e veicolato attraverso pratiche artistiche e creative, è stato approvato e finanziato dalla Commissione Europea, posizionandosi al secondo posto in Italia. Un partenariato strategico tra 5 scuole europee (Italia, Grecia, Portogallo, Spagna, Svezia) sul tema della cittadinanza attiva e della inclusione sociale.
 Leperino (classe 1979) è cresciuto nella periferia est di Napoli, tra non-luoghi grigi e desolati,  e si è formato all’Accademia di Belle Arti di Napoli, sperimentando linguaggi differenti: la pittura e la scultura, ma anche la fotografia e il video, proiettandosi, infine, verso dimensioni artistiche internazionali.

 

 Museo Madre
Via Settembrini 79, 80139 Napoli

+39.081.197.37.254
www.madrenapoli.it