Dopo il lungo lockdown a cui ci ha costretto la pandemia da coronavirus, il 18 maggio ha segnato una svolta nel nostro Paese. C’è voglia di ripartire e tornare alla normalità. Già da una settimana è iniziata la fase due. E con la riapertura di quasi tutte le attività produttive e commerciali, bar, ristoranti, negozi, parrucchieri, centri estetici, chiese, musei e anche alcune attività sportive, la città di Napoli si sta rianimando dopo un lungo periodo di chiusura per l’emergenza Covid.WhatsApp Image 2020-05-25 at 09.11.11
Sì, perché nonostante il virus abbia messo tutti in ginocchio, una città come Napoli ha sempre la forza per rialzarsi, e non demordere. La situazione sta migliorando. Le attività economiche, produttive e sociali si svolgono rispettando i protocolli e le normative vigenti per prevenire il rischio di contagio.
Nuovi inizi. Tra ansie, preoccupazioni, aspettative, contraddizioni, ma anche grande emozione, è così che gli imprenditori si rimboccano le maniche e non si arrendono. A Napoli ci si arma di grande forza d’animo e buona volontà per organizzare tutto scrupolosamente, tutto minuziosamente.
Abbiamo chiesto a un noto parrucchiere di Giugliano in Campania, in provincia di Napoli, Silv Parrucchieri, com’è stato riaprire dopo questi due mesi di chiusura totale.
«Il primo giorno è stato come una rinascita – racconta Silvano Belloni – Si respirava aria di festa. Devo dire che stare lontano dalla mia attività è stato preoccupante. Io e i miei collaboratori abbiamo vissuto giorni di incertezza totale, con la paura di non ritornare alla normalità. Paura di non poter più garantire lavoro ai miei collaboratori. Poi ho studiato nuove strategie per la ripartenza per far sì che il sogno continuasse. Fermarci non è stato facile, riprendere è stato emozionante come se fosse stato il primo giorno di apertura. La mia squadra è pronta e formata per accogliere le nostre clienti. Siamo un solo corpo che parla lo stesso linguaggio»
E per quanto riguarda il rispetto del protocollo, ci dice: «Al salone organizziamo al meglio il nostro lavoro, per riuscire a regolare gli ingressi, rispettando la normativa vigente e il distanziamento sociale. Lavoriamo solo su appuntamento 6 giorni su 7, in orario continuato dalle 8:30 alle 20:00. In poche ore arrivano tantissime telefonate, tantissime prenotazioni: in questi giorni è già sold out. Abbiamo tutti i sistemi di sicurezza che ci permettono di lavorare in tranquillità. Abbiamo creato sacchetti monouso dove riporre tutte le cose della cliente in entrata anche se per noi era già la prassi. Indossiamo sempre guanti, mascherine e visiere. C’è una continua sterilizzazione degli strumenti di lavoro. Igienizziamo e sanifichiamo tutto dopo ogni trattamento. Non è facile lavorare con la mascherina, né abituarsi al distanziamento, ma riusciamo ugualmente a cogliere i bei sorrisi e tutte le emozioni delle nostre clienti anche da sotto le mascherine. E loro vanno via dal nostro salone soddisfatte del trattamento ai capelli»
E allora… che la nuova avventura abbia inizio e possa ricominciare una nuova vita. Buon lavoro a tutti.
©Riproduzione riservata
In foto, Napoli si riprende il lungomare e Silv Parrucchieri al lavoro

RISPONDI