Dopo le esposizioni dedicate a Chagall e a Escher con record di visitatori, il gruppo Arthemisia lancia la grande mostra d’autunno. Quella su Andy Warhol dal 26 settembre 2019 al 23 febbraio 2020. Scenario, la suggestiva Basilica della Pietrasanta nell’antico cuore di Partenope. Saranno esposte oltre 200 opere  dell’artista statunitense con un’intera sezione dedicata all’Italia e un focus sulla città di Napoli.
Al pubblico sarà offerta una visione completa della sua produzione artistica. Immortali icone, ritratti, polaroid e disegni: nel capoluogo campano arriva quel mondo Pop che ha segnato l’ascesa di Warhol come autore di una rivoluzione estetica, attraverso miti dello Star System e del merchandising. In primis, le intramontabili Campbell’s Soup, il ritratto serigrafato di Marilyn derivato da un fotogramma di Gene Korman, le celebri serigrafie di Mao del 1972 e il famosissimo Flowers del 1964.
E non solo. Anche lavori che rivelano il suo legame con l’Italia e in particolare con la nostra città:  ci saranno anche il suo Vesuvius (foto) del 1985 e il Ritratto di Beuys, realizzato nel 1980 in occasione della mostra tenutasi presso la Galleria Amelio.
La mostra Andy Warhol, curata da Matteo Bellenghi, è prodotta e organizzata dal Gruppo Arthemisia e Eugenio Falcioni in collaborazione con l’associazione Pietrasanta Polo Culturale Onlus e Art Motors.