“Uomo libero, tu amerai sempre il mare”! Il mare è il tuo specchio”. L’incipit della poesia L’uomo e il mare di Charles Baudelaire, scritta oltre due secoli fa. Oggi da uno studio della Ellen Mac Arthur Foundation, si stima che la plastica nei mari e negli oceani supererà, entro il 2050, la quantità in peso dei pesci che vi nuotano, perché l’uomo non ama più il mare, un bene prezioso, come evocato da Baudelaire.
In soccorso alla tragica previsione, Seabin, il cestino che rimuove i rifiuti dal mare (foto). Un dispositivo semplice ed efficace capace di raccogliere in un anno, oltre cinquecento kg di rifiuti plastici comprese le microplastiche e le microfbre.
Scopo del cestino non è solo quello di raccogliere la plastica ma di ridurre la quantità che arriva negli oceani, ad esempio contribuendo a capire meglio quali sono gli effetti dell’inquinamento sulle persone e sugli ecosistemi fornendo importanti dati per la ricerca. Altro tassello fondamentale è quello di promuovere comportamenti più consapevoli soprattutto lavorando con i giovani, sviluppando strumenti educativi. Il marchingegno presentato nella sede della Lega Navale e immerso nel porticciolo del Molosiglio testimonial Massimiliano Rosolino per la campagna #perunmarepulito. L’iniziativa a cura della KLM e Armata di Mare in sinergia con Lifegate Plasticless.
L’installazione del Seabin a Napoli è solo la prima di molte altre iniziative presso diversi porti e marine della nostra penisola. In attesa che entri in vigore, nel 2021, il divieto dell’utilizzo delle plastiche monouso. I nostri mari stanno già ampiamente soffocando sotto una montagna di microplastiche disciolte nelle acque: è necessario agire subito e con determinazione e il progetto #perunmarepulito va in questa direzione – ha detto Rosolino – perché..senza mari in salute non c’è vita, sono la linfa vitale del nostro pianeta e dell’umanità.
La consegna alla presenza dell’ambasciatore dei Paesi Bassi Joost Flamand, del direttore generale di Air France-KLM East Mediterranean che ha presentato il nuovo volo Napoli-Amsterdam dal 21 aprile fino alla fine di ottobre, garantendo i collegamenti nei fine settimana. Nei mesi di luglio e agosto, i voli diventeranno giornalieri. Nei mesi estivi KLM permetterà di raggiungere, entro le due ore di transito ad Amsterdam Schiphol, ben ottanta destinazioni, cinquantasei in Europa e ventiquattro nel resto del mondo.
Presenti alla conferenza stampa il sindaco Luigi de Magistris, Simone Molteni, direttore scientifico Lifegate,  Roberto Barbieri, AD Gesac che ha dichiarato: “Il vettore olandese KLM apre finalmente la tratta Napoli-Amsterdam e si consolida l’investimento sul nostro scalo del grupo Air France-KLM, leader in Europa per il traffico internazionale”.
La salvaguardia dei nostri mari. Sarà sufficiente pubblicare un breve post corredato da uno scatto dello scorcio di mare preferito e pubblicarlo sui propri profili Instagram o Twitter o direttamente su www.klm.perunmarepulito con l’hastahtag  #perunmarepulito per vincere premi messi in palio da KLM.