Al Madre la performance Anna Cappelli adora i Baustelle. Domenica 14 aprile, alle 19, la sala Re_PUBBLICA del Madre (Napoli) ospiterà la performance Anna Cappelli adora i Baustelle, uno degli appuntamenti previsti nella seconda edizione della rassegna Voci ed altri invisibili, che lascia dialogare fra loro il Museo Madre, la Sala Assoli – Casa del Contemporaneo e la Fondazione Morra. Questa performance rientra nel nuovo format Piazza Madre, un ricco programma di attività per il pubblico, prodotto dalla Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee e dal museo Madre.
Anna Cappelli adora i Baustelle è una performance liberamente tratta da Anna Cappelli, l’ultima opera del drammaturgo Annibale Ruccello, nato a Castellammare di Stabia nel 1956 e tragicamente scomparso a soli trent’anni, nel 1986, in un tragico incidente d’auto sulla strada di ritorno da Roma.
Ruccello era affascinato dalle figure femminili estreme, tra loro anche Anna, un’anti – eroina, la protagonista di questa storia, dattilografa per necessità che, trasferitasi in un piccolo centro, si trova a vivere in una angusta stanza ammobiliata, odiando tutto e tutti, la sua coinquilina (con gatti annessi) e anche la sua famiglia. Ad un tratto, però, tutto nella vita di Anna sembra prendere il verso giusto, si innamora di Tonino Scarpa, proprietario di una casa enorme in cui i due vanno a convivere, non sfuggendo a pregiudizi e pettegolezzi per la scelta allora ritenuta scandalosa, ma riuscendo brillantemente a superarli. La felicità, tuttavia, per lei non è destinata a durare, l’improvviso abbandono di Tonino mina la sua lucidità, lasciando spazio alla follia e ad un gesto estremo.
Anna Cappelli adora i Baustelle è una performance che tiene insieme moda, teatro, musica, reading e danza. La protagonista è l’attrice Bianca Nappi (foto), per la regia di Rossano Giuppa e con la capsule collection di Italo Marseglia. Lo stilista ha scelto di costringere i personaggi in candide camicie bianche che, subito, riconducono il pubblico all’idea della camicia di forza a cui Anna sarà condotta dalla sua follia.
Altra fonte di ispirazione per la performance, e lo si intende sin dal titolo, è la discografia dei Baustelle, un gruppo che oggi Ruccello avrebbe sicuramente apprezzato per le evidenti affinità che esistono con la sua protagonista. La loro musica diventa, a tutti gli effetti, parte integrante del racconto.
Anna Cappelli adora i Baustelle non è solo teatro, non è un trattato di psichiatria e nemmeno un concerto, è tutte queste cose insieme pur non potendosi identificare in nessuna di esse: questa performance è un esasperato atto d’amore per il teatro, per la musica e per il costume. A seguire, dalle 20 alle 22, Dj set di Rachele Bastreghi dei Baustelle.

Ingresso 8 euro fino ad esaurimento dei posti disponibili. Ultimo ingresso alle 21.

 

Info e prenotazioni:
info@madrenapoli.it
+39.081.197.37.254
info@casadelcontemporaneo.it
+39.345.46.79.142