Festival Internazionale del cortometraggio al Palazzo delle arti Napoli. Ottantasei corti e documentari selezionati su oltre tremilaseicentocinquanta pervenuti da centodieci nazioni,  quattro concorsi (nazionale, internazionale, regione Campania e documentari), tre sezioni fuori concorso: migrazioni, pianeta Terra e cortissimi. Un premio di mille euro per il miglior corto a tematica ambientale messo a disposizione dalla Film Commission Regione Campania.
Ecco la sedicesima edizione  della kermesse Accordi @Disaccordi  che si terrà al Pan ma anche allo Smmave, centro per l’Arte Contemporanea al Rione Sanità, da martedì 5 sino a sabato 9 novembre.
La giuria è presieduta dal regista Guido Lombardi, già vincitore del Leone del Futuro alla Mostra del Cinema di Venezia 2011, affiancato dal cantautore Nero Nelson, due volte premio David di Donatello, e dal regista Marcello Sannino.
Il festival da quest’anno avrà una doppia direzione artistica: a Pietro Pizzimento, storico direttore della manifestazione,  si affiancherà Fabio Gargano; l’Associazione “Movies Event” organizzerà l’evento in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, con la Film Commission Regione Campania, con il Centro Nazionale del Cortometraggio e con il sostegno della Regione Campania.
Riflettori accesi  su ecologia, sostenibilità ambientale e cambiamenti climatici  ma anche sul rapporto tra cinema breve e migranti.
Si parte oggi con le opere in concorso: L’eredità di Raffaele Ceriello con Massimiliano Rossi  e Laura Borrelli, Sufficiente di Maddalena Stornaiuolo e Antonio Ruocco con Agostino Chiummariello, In her shoes di Maria Iovine e Pizza boy di Gianluca Zonta con Roberto Herlitzka, a chiudere, La recita di Guido Lombardi, cortometraggio vincitore del premio MigrArti alla Mostra del Cinema di Venezia 2017. Ospite della serata l’attore Massimiliano Rossi.
Si chiude sabato 9 novembre con inizio alle 10: tra i film che verranno proiettati Leo e il mare di Francesco Lama con un espressivo Flavio Bucci e con Maria Grazia Cucinotta (foto), Il nostro tempo di Veronica Spedicati  e  La musica è finita di Vincenzo Pirozzi con Miryam Candurro.
Durante la serata consegna dei premi del miglior cortometraggio, del miglior cortometraggio internazionale, del miglior corto campano, della miglior regia, del miglior attore, della migliore attrice, del miglior documentario con un’opera disegnata per l’occasione dall’illustratore Enzo Benedetto. Ci sarà anche il premio del pubblico. Ingresso libero sino a esaurimento dei posti.

Per saperne di più
www.accordiedisaccordi.it
Tel. 0815491838