Napoli e Pozzuoli, capitali del gospel, quella musica che i neri portarono dall’Africa quando furono ridotti in schiavitù a lavorare nelle piantagioni di cotone degli Stati Uniti meridionali.
 Il 4 e il 5 maggio si terranno gli international gospel days organizzati dalla Campi flegrei academy (Cfa), patrocinati dalla Regione Campania, dal Comune di Napoli e dal Comune di Pozzuoli.
Ci saranno 120 coristi e 5 cori diretti da Thierry Fred Francois, Cassandra Drane, Nico Bucci e Enrica Di Martino con la partecipazione del maestro di djembe Omar Diop. Ingresso gratuito per tutti gli eventi.
Si comincia sabato alle 20 con il concerto gospel nella Basilica di San Giovanni maggiore (Rampe S. Giovanni Maggiore) : ogni coro (foto) canterà due brani e con un ensemble iniziale e finale in cui gli spettatori potranno godere di un momento di musica ed armonia da non perdere. Tutti i canti saranno eseguiti a cappella.
Domenica 5 maggio alle 12 si terrà messa in gospel nella chiesa della santissima Vergine Madre del Buon Consiglio di Napoli (via Capodimonte 13) e alle 18.30 gran finale  con i 120 coristi e i 5 cori  nella chiesa di Sant’Artema di Monteruscello (via Amedeo Modigliani, 2C Pozzuoli).
Spiega Enrica De Martino, presidente della Cfa: «La musica è la forma d’arte che maggiormente unisce le persone e il gospel ancora di più; l’energia proveniente dai cori è trascinante ed è un’esperienza che portiamo avanti con dedizione, passione, convinti che la musica contenga un messaggio universale di pace quanto mai necessario in questo periodo».
Per saperne di più
https://www.facebook.com/c.f.a.accademiamusicale/