Dal 16 gennaio in tutta Italia hanno riaperto musei e gallerie d’arte. Si tenta così un lento recupero di quella normalità che ci sembrava così scontata e che invece ci ritroviamo a desiderare, come viandanti nel deserto che cercano un’oasi felice. Dal lunedì al venerdì possiamo andare in zona gialla a visitare una mostra, fermarci davanti a un Mattia Preti, contemplare Caravaggio e partecipare addirittura a delle inaugurazioni, mascherina permettendo.
A Napoli numerose sono le iniziative per la riapertura, il museo di Capodimonte adotta la formula innamorati per sempre, per ogni coppia si stacca un solo biglietto, il Mann invece regala ai primi venti visitatori delle pubblicazioni.
All’appello si fa trovare puntuale Lineadarte Officina Creativa, baluardo dell’arte contemporanea in città, e soprattutto di una certa idea di vivere l’arte, un vero e proprio laboratorio libero, non soggiogato a logiche di mercato. Gennaro Ippolito e Giovanna Donnarumma, curatori dello spazio affrontano questo tempo strano che stiamo vivendo come due guerrieri dal sorriso sempre pronto, numerose infatti le iniziative in cantiere. Per iniziare nel migliore dei modi possibili apriranno venerdì 29 gennaio alle 17 le porte della loro galleria per la doppia personale di Ilaria Feoli e Ivan Piano, curata da Agata Petralia.

Qui sopra e in lato, 2 immagini della mostra


E’ l’ora del nostro morire, questo è il titolo della mostra dei due artisti, una contaminazione tra immagine e parola. Due piani, uno letterario, l’altro fotografico, che si intersecano diventando un unico corpo emotivo. Sette momenti poetici che andranno a formare una sola sequenza fatta di leggerezza e passione, dramma e ambiguità. Dove non arriva la visione, può arrivare il verso, l’uno esiste per l’altro, e così sia sempre.
I due artisti, come su un palcoscenico, vivono di emozioni e suggestioni. Potremmo riviverle con loro grazie alla raccolta poetica che accompagnerà la mostra Tremitante Chapeau, curata dalla casa editrice Meligrana Editore. La mostra resterà aperta tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle 16 alle 19. Obbligatorio l’uso della mascherina.

RISPONDI