Il Teatro Stabile di Napoli si riappropria del palcoscenico. Dopo la lunga, e drammatica, interruzione della programmazione teatrale a causa dell’emergenza Coronavirus.  Dal 3 luglio al primo agosto sarà  Scena aperta: un ciclo di 5 spettacoli proposti nel Cortile del Maschio Angioino (foto), in Piazza Municipio. Per una platea di 200 persone a sera.
Spiega il direttore  Roberto Andò: «Ci accingiamo alla riapertura delle attività dello Stabile convinti che sia prioritario proteggere il lavoro di artisti e compagnie che erano sul punto di debuttare al momento del decreto governativo che ha chiuso l’attività del teatro. Abbiamo scelto di ripartire da un luogo simbolo di Napoli come il Maschio Angioino, ubicato di fronte al Teatro Mercadante, e di utilizzare il suo cortile all’aperto per garantire al pubblico quella condizione di massima sicurezza in grado di ristabilire la relazione tra la scena e la platea»
Prezzi popolari e alta qualità  in un luogo per eccellenza dell’estate napoletana, ritrovato dopo questo lungo confinamento. Tra i titoli messi in campo, 3 sono quelli del cartellone ordinario dello Stabile quasi pronti al loro debutto in Stagione.
Eccoli: La chunga di Mario Vargas Llosa con la regia di Pappi Corsicato (dal 3 al 5 luglio), ‘O tuono ‘e marzo di Vincenzo Scarpetta (16, 17 e 18 luglio) con la regia di Massimo Luconi e WeekEnd di Annibale Ruccello con la regia Enrico Maria Lamanna (30, 31 luglio e 1 agosto).
Insieme a questi,  un progetto speciale realizzato in collaborazione con il Napoli Teatro Festival Italia diretto da Ruggero Cappuccio: al centro, ci sono la scuola di teatro dello Stabile e due personalità artistiche come Mimmo Borrelli e Renato Carpentieri, con Claudio Di Palma, docente e coordinatore della Scuola.
Il primo lavoro vede protagonisti i giovani attori della Scuola, capitanati da Renato Carpentieri nello spettacolo Pastiche N°0 di pas/ssaggi, rivista di teatro dal vivo, a cura dello stesso Carpentieri e Claudio Di Palma (24, 25 e 26 luglio).
Il secondo, una inedita, esclusiva, lezione-spettacolo di e con Mimmo Borrelli alle prese con il suo ‘Nzularchia (9, 10 e 11 luglio).
La rassegna, promossa dall’assessorato alla cultura del Comune di Napoli, è realizzata con il sostegno di Italgas, principale operatore in Italia nella distribuzione del gas, attivo in 1830 comuni, con una presenza storica a Napoli e nelle maggiori città del Paese.
Inizio rappresentazioni ore 21.00
Costo ingressi intero: 8 Euro / under 30 e over 65: 5 Euro
Info e acquisti online: www. teatrostabilenapoli.it
Biglietteria: tel. 081.5513396 – e.mail: biglietteria@ teatrostabilenapoli.it

 

 

 

RISPONDI