Capolavori da Villa Livia al parco Grifeo. Venti pezzi d’arte in mostra al museo (napoletano) Filangieri di via Duomo da domani,venerdì 19 luglio (fino al 6 settembre) tre giorni dopo le (6) ordinanze di custodia cautelare notificate nei confronti della custode della dimora, di suo marito e dei loro  complici per aver sottratto una consistente fetta dei suoi tesori, solo in parte recuperati.
La sparizione degli oggetti d’arte  era stata denunciata da Paolo Jorio (che guida anche il museo del tesoro di San Gennaro) all’indomani della sua nomina a direttore del Filangieri lo scorso anno, dopo il primo inventario in cui si riscontrava la mancanza di 99 opere.
La villa, costruita nel primo Novecento, ma concepita, dentro e fuori, su modello settecentesco, venne donata dal proprietario, Domenico De Luca Montalto (1871-1971), marito della duchessa di Cardinale, Livia Serra (1876-1956), pronipote di Gaetano Filangieri junior, al Museo Filangieri nel 1959, proprio in ricordo della moglie  morta 3 anni prima.

Scuola di Pietro Luonghi, ritratto del musicista Benedetto Marcello
Scuola di Pietro Luonghi, ritratto del musicista Benedetto
Marcello

Dei preziosi arredi e dipinti sono esposti alcuni esemplari per il ciclo  “Visti da vicino”: focus che richiamano l’attenzione, di volta in volta, sui “gioielli” della collezione del Filangieri. Dopo quello sulla Scuola napoletana del Seicento e del primo Settecento, ecco dipinti di Abraham Brueghel (il suo bisnonno era il celebre  Pieter Bruegel il vecchio), Rosa da Tivoli,  Martin Verstappen, Francesco Liani affiancati da una tela del pittore inglese Godfrey Kneller (non presente in nessuna collezione italiana) che rappresenta  il ritratto di Lady Godden e da opere della scuola napoletana del XVIII sec attribuiti alla cerchia di Luca Giordano.

Qui sopra e in lato, alcuni dei pezzi d'arte esposti
Qui sopra e in alto, alcuni dei pezzi d’arte esposti

L’effetto magico della pittura antica è rafforzato dalla presenza  di oggetti di arte decorativa e mobili di manifattura napoletana sempre provenienti da Villa Livia per ricreare l’atmosfera della casa-museo.
Potrete acquistare anche un biglietto unico (a 8 euro) per visitare il Filangieri e il Museo del Tesoro di San Gennaro. Tuttavia anche con il solo biglietto d’ingresso a Palazzo Como  potrete avere uno sconto per entrare nei musei del distretto di via Duomo.
Per saperne di più
https://filangierimuseo.it/