Non è raro che il teatro muti forma per passare da statica separazione tra attori e spettatori in un percorso dinamico e imprevedibile. Lo è di sicuro La Sibilla è Tornata, uno spettacolo da vivere mentre si passeggia tra gli scavi archeologici di un’antica città. L’evento, previsto per venerdì 19 luglio dalle ore 18.00, al Parco Archeologico di Cuma, Strada Provinciale Cuma – Licola, è il secondo appuntamento  della rassegna Premonizioni: Cuma, un viaggio nel mito – edizione 2019.

In foto, i Gatos do Mar
In foto, i Gatos do Mar

La performance è ideata Francesco Casale e Guido Liotti e sarà affiancata dall’esibizione dei Gatos do Mar: Annalisa Madonna (voce), Gianluca Rovinello (arpa) e Pasquale Benincasa (percussioni). Un percorso suggestivo che accompagnerà gli spettatori tra le bellezze millenarie del Tempio di Giove, il Tempio di Apollo e l’Acropoli per condurli alla grotta della Sibilla, accompagnati da suoni, voci e suggestioni visive.
Al tramonto, la conquista dell’Acropoli con i Gatos do Mar, un gruppo riunitosi nel 2012 grazie all’amore condiviso per la saudade brasiliana e il blues, ma che esplora fin da subito le sonorità di jazz e folk, bossanova e fado. Tra concerti in club e locali italiani il gruppo approda alla registrazione del disco Io pretendo dignità per Amnesty International. Nel 2015 arriva il vero e proprio album di esordio, La Zattera, e nel 2019 esce il loro secondo lavoro discografico, La Sindrome di Wanderlust ispirato al desiderio di esplorare e andare oltre il proprio mondo.
La rassegna Premonizioni, alla sua IV edizione, è organizzata dall’associazione Lo sguardo che Trasforma, in sinergia con il comitato Il Bosco e la duna, con lo scopo di valorizzare e proteggere il territorio, partendo dalle sue origini magnogreche e promuovendo teatro, prosa, poesia come strumento di riscoperta dei luoghi.

Il calendario degli eventi prosegue fino all’8 settembre

Prenotazione obbligatoria
Info e prenotazioni
: cell 3914143578 – info@losguardochetrasforma.org
Previsto un contributo spese (comprensivo dell’ingresso al sito).
Appuntamento: allo slargo degli scavi di Cuma, via Provinciale Vecchia Licola – prima traversa a destra dopo l’arco di Arco Felice (venendo in macchina da Napoli) – alle ore 18,00