Buona notizia per l’ospedale Pascale di Napoli. In questi giorni si respira aria di festa. Dal prossimo gennaio, la Regione Campania in collaborazione con l’Istituto dei tumori di Napoli (foto) sarà la prima in Italia a fornire gratuitamente una terapia per potenziare l’efficacia dell’immunoterapia, finora a pagamento.
Il direttore generale dell’Istituto Pascale di Napoli, Attilio Bianchi spiega: «Grazie al Presidente De Luca, i pazienti campani con metastasi cerebrali da melanoma potranno curarsi gratis. Il Pascale conferma il proprio ruolo di leadership nazionale nel campo dell’immunoterapia e della cura del melanoma, tanto sul piano della ricerca, che su quello assistenziale».
Il Pascale sarà così il primo istituto oncologico in Italia a fornire gratuitamente una promettente terapia, nata dalla combinazione tra farmaci (ipilimumab e nivolumab) che ha determinato un miglioramento degli esiti delle cure.
Una svolta storica per la sanità nazionale, poiché i due immunoterapici, pur essendo approvati e garantiti singolarmente dal servizio sanitario nazionale, non erano fino ad oggi rimborsati in nessuna zona di Italia se prescritti assieme.
Bianchi sottolinea: «La cura sarà disponibile dal mese di gennaio. La Regione ha posto fine a una situazione paradossale. La cura finora c’era, ma a vantaggio solo di chi poteva permettersela. Il nostro Istituto, con l’oncologo Paolo Ascierto, è riconosciuto a livello mondiale proprio per la cura del melanoma».
Ogni anno muoiono in Italia circa 7000 persone di melanoma e circa il 40 per cento dei pazienti con malattia avanzata presenta metastasi cerebrali.
«Nulla sarebbe stato possibile senza la decisione del presidente De Luca il quale, dimostrando un’estrema sensibilità, ha dato questo segnale di autentica civiltà istituzionale. Grazie alla decisione della Regione Campania verrà garantito ai pazienti affetti da melanoma con metastasi cerebrali un percorso terapeutico adeguato e tempestivo», conclude il direttore generale.