Rosa Luxemburg  (1871-1919). Filosofa e rivoluzionaria. Anche Napoli la ricorda a 100 anni dalla morte. Un’iniziativa della Corrente umanista socialista e dell’Associazione La Comune che promuovono una giornata di studi sabato 2 febbraio all’Istituto italiano per gli studi filosofici, dalle 11 alle 16.30 (Palazzo Serra di Cassano, via Monte di Dio 14).
Polacca, naturalizzata tedesca, (foto) fondò con Karl Liebknecht la Lega di Spartaco e insieme parteciparono alla Rivoluzione Tedesca del novembre 1918. Contribuì, inoltre, a creare il Partito Comunista di Germania, nel 1918-19.
Lei venne assassinata durante il trasporto in carcere, lui venne torturato e interrogato per diverse ore prima di essere ucciso. I loro corpi furono gettati in un canale. Il brutale assassinio annuncia la fine delle libertà costituzionali e l’affermazione del nazismo in Germania.
A un secolo da quel tragico giorno, la commemorazione  offre l’occasione per continuare a scoprire il valore di un pensiero dedicato alla liberazione degli ultimi e dei più oppressi. Un esempio di coraggio morale e idealità; una personalità rivoluzionaria e socialista alla testa del movimento operaio tedesco e non solo; una marxista convinta ma trasgressiva nella ricerca della sua umanità.
Durante l’incontro napoletano si parlerà della sua vita, ma ci saranno anche  gruppi di lettura e discussione che ne metteranno a fuoco il profilo di donna straordinaria nell’ordinario universo maschileL’iniziativa è autofinanziata con ingresso a sottoscrizione.
Per saperne di più
lacomunenapoli@gmail.com
www.lacomuneonline.it