Una pillola d’arte al giorno contro il Covid-19. La propone il Museo e Real Bosco di Capodimonte che aderisce alla maratona Italia chiamò sul canale  canale Youtube del Mibact. e alla campagna #iorestoacasa con una selezione di immagini: dal Ritratto di Galeazzo Sanvitale di Parmigianino a quello di Giulio Clovio de El Greco, a San Girolamo nello studio di Colantonio e Interno di cucina di Vincenzo Abbati.
Inoltre, attraverso la rubrica quotidiana Capodimonte oggi racconta, il sito web del Museo propone al suo pubblico digitale un’opera al giorno, una lettura delle collezioni o un viaggio alla scoperta del bosco: un racconto corale fatto da chi a Capodimonte lavora con entusiasmo e passione.
La rubrica è partita lunedì 9 marzo con il racconto del dipinto di Fra Luca Pacioli a cura di Alessandra Rullo, storica dell’arte e curatore del XV secolo e andrà avanti fino alla fine dell’emergenza Coronavirus.
In programmazione nei prossimi giorni Rinaldo e Armida di Carracci, la Crocifissione di Battistello, la Crocifissione di Van Dyck, Le Quattro Stagioni di Guido Reni, Harun al Rashid di Gaspari Landi, Gli iconoclasti di Domenico Morelli, il restauro della Letizia Ramolino di Canova, la Madonna del Divino Amore di Raffaello, il Vesuvio di Warhol, la galleria fotografica di Mimmo Jodice, i capolavori delle arti decorative, narrate anche in un video del responsabile progetto digitalizzazione Carmine Romano, le origini della reggia e del sito culturale, la storia della Chiesa di San Gennaro e molto altro ancora.

Qui sopra, il Vesuvio di Warhol. In alto, il belvedere di Capodimonte
Qui sopra, il Vesuvio di Warhol. In alto, il belvedere di Capodimonte

Domani, sabato 14 marzo, Capodimonte proporrà il racconto del giardino storico con i suoi valori botanici e ambientali, e un tour virtuale nel bosco, anche attraverso il proprio sito sulla piattaforma Google Art Culture  che dispone di 18 visite virtuali tra museo e bosco, 16 stories che spiegano il messaggio di alcuni dipinti e ben 517 opere digitalizzate in alta risoluzione di cui oltre 200 con l’altissima definizione di Art Camera che permette di ingrandire i dettagli delle opere per scoprire particolari invisibili a occhio nudo.