Nuovo traguardo per ilmondodisuk. Mentre sta per andare in libreria il Dizionario appassionato di Napoli  firmato dsll’unico francese cittadino onorario di Partenope, lo scrittore ed editore Jean-Noël Schifano, tradotto e pubblicato grazie a un progetto di crowdfunding, la casa editrice festeggia i suoi primi dieci anni di vita anche con il premio
premio giornalistico internazionale Campania Terra Felix assegnato a Gildo De Stefano per la raccolta di racconti E’ troppo tardi per scappare che racconta la camorra attraverso  gli occhi delle donne.

Qui sopra, la copertina del libro che descrive Scampia sotto il nuvoloso cielo del dolore e della sofferenza
Qui sopra, la copertina del libro che descrive Scampia sotto il nuvoloso cielo del dolore e della sofferenza

La giuria, presieduta da Emilio Fede (tra i giurati anche Tony Capuozzo del Tg5), ha premiato l’opera di De Stefano per aver affrontato affrontato con intensità espressiva il tema della malavita intrecciata al quotidiano.
Il premio, indetto dall’associazione della stampa campana giornalisti flegrei e patrocinato dalla Presidenza del consiglio dei Ministri, verrà consegnato sabato 1 dicembre nel Rione Terra di Pozzuoli, alle 10,  Palazzo Migliaresi, alle ore 10.
Le tre storie pubblicate disegnano il quartiere di Scampia, descritto da angolazioni tutte diverse: una mappa del dolore, della violenza, e delle assurde condizioni in cui un quartiere metropolitano vive al limite dell’intollerabile.  De Stefano utilizza una lingua quasi tutta costituita dal parlato e, in casi rari, dal dialetto, a tratti vivacissima, di grande naturalezza, gusto letterario, e di notevole intensità espressiva.
De Stefano alterna l’attività di saggista musicale, avendo pubblicato oltre una decina di libri, fra cui l’unica Storia del Ragtime edita in Italia e in Europa, con quella di narratore, incoraggiata dall’arrivo tra i finalisti del Premio letterario Calvino negli anni ’90. Ha vinto un Premio Nazionale di Giornalismo ed è direttore artistico del Festival Italiano di Ragtime.
Per saperne di più
www.gildodestefano.it