Pluralità di linguaggi e confronto tra realtà diverse a teatro. E’ la direzione che  segue l’associazione culturale napoletana Quartoeri Airots fortemente ancorata al territorio. Ovvero a quei Quartieri Spagnoli di Napoli arrampicati tra i vicoli dove svolge la propria attività.
 Questa strada è anche quella attraversata per la rassegna in corso Allegati che dà appuntamento (il quinto) al pubblico dal 14 al 17 marzo, con “La Sentinella di Elsinore”, produzione Airots, con testo e regia di Giuliana Pisano, nella  Chiesa del Carminiello a Toledo, in via Carlo De Cesare 30 che l’associazione  ha ricevuto in affido dal 2017, eleggendola a sede del teatro dei 63.
Sul palco, Nicola Conforto, Ivan Iuliucci, Mariano Savarese. Per una pièce che  trae suggestioni contemporanee dell’Amleto di William Shakespeare.  Spunto, l’incontro con lo Spettro, una guida cui affidarsi per spiare nel Suo mondo e vedere cosa c’è: la bambina dei torroncini, Ofelia la sposa infelice, lo Spettro del Re padre, il principe Amleto suo figlio e le loro verità.
Un’iniziativa che rafforza la strategia culturale di Airots: gli allegati hanno per simbolo una graffetta, immancabile ai tempi del web e del veloce scambio di messaggi. Gli allegati in questione sono i giovani talenti cui Airots dà spazio.
Lo spettacolo che andrà in scena da giovedì a domenica prossimi è scritta da Giuliana Pisapia che ha fondato Airots nel 2013 con Salvatore D’Onofrio. Dagli anni novanta ha lavorato alla regia anche al fianco di Renato Carpentieri. Tra i suoi lavori,  Rebecca-Il Mistero di Manderley del 2003(testi e regia) e da regista, L’eccezione e la regola di B. Brecht.

“La Sentinella di Elsinore”
Testo e regia: Giuliana Pisano
Aiuto regia: Lorenza Colace
Interpreti: Nicola Conforto, Ivan Iuliucci, Mariano Savarese
Allestimento scenico: Salvatore D’Onofrio
Musiche: Alessandro Cuozzo
Consulenza costumi: Alessandra Gaudioso
Per saperne di più
https://www.airots.it/spettacoli-airots/