C’è ancora tempo fino al 15 marzo per presentare la domanda di ammissione al master di II livello in drammaturgia e cinematografia, coordinato da Pasquale Sabbatino al dipartimento di Studi Umanistici dell’Università degli Studi di Napoli Federico II.
 Peppe Barra e Maurizio De Giovanni sono tra i membri del comitato scientifico che affianca i docenti, tra questi Giancarlo Alfano, Patricia Bianchi, Francesco de Cristofaro, Anna Masecchia e Matteo Palumbo.
Il corso dura un anno e si snoda attraverso didattica frontale e teleimpartita, laboratori e tirocini formativi, cicli seminariali e lezioni su critica teatrale e cinematografica; teatro italiano ed europeo; storia del cinema; cinema e letteratura; scrittura e tipologie testuali per lo spettacolo e il giornalismo, sceneggiatura e cortometraggio; public speaking e video editing.
Obiettivo: la formazione professionale di esperti nei settori della critica teatrale e cinematografica nonché delle scritture per la scena.  Molti gli incontri con personaggi del mondo dello spettacolo com Lucio Allocca, Peppe Barra, Antonio Capuano, Fortunato Cerlino, Marcello Cotugno, Luca De Filippo, Maurizio de Giovanni, Mario Gelardi, Pino Imperatore, Peppe Lanzetta, Mario Martone, Arturo Muselli, Alessandro Preziosi, Mariano Rigillo e Francesco Saponaro.
Stretta la collaborazione con il loro futuro mondo del lavoro:  per esempio con Napoli Teatro Festival Italia grazie a un “diario di bordo critico” ospitato sul sito ufficiale dell’istituzione culturale (www.napoliteatrofestival.it/blog/).
Assistono alle attività dei teatri campani assistendo  alle prove generali e alle fasi di preparazione e produzione di “Un Posto al Sole” nella sede della Rai di Napoli. Tra le numerose opportunità, la partecipazione a Futuro Remoto, al congresso nazionale degli Italianisti (panel Scritture per la scena tra teatro e cinema), al concorso internazionale “Prix Italia”, organizzato dalla Rai, alle rassegna cinematografiche “Napoli Film Festival” e “Venezia a Napoli”, al Premio Napoli e alla quinta edizione di “Una Giornata Leggend…aria”.
Inoltre, studenti del master si mettono alla prova anche con la realizzazione di testi teatrali e documentari. I testi (“Un minuto di silenzio”, “Vite imperfette”, “Pagine nere”, “Passaggi obbligati”, “Ognuno nemico dell’altro”, “L’amore molesto”, “Vite deragliate” e “Macimbù”) prodotti finora dai corsisti nei laboratori di drammaturgia e scrittura creativa, guidati nel corso degli anni da Manlio Santanelli, Fortunato Calvino e Vincenzo Caputo, hanno riscosso successo in palcoscenico  o sono stati insigniti di premi o sono stati pubblicati tra le Nuove Proposte di Drammaturgia.
E collaborano con il giornale del master  (www.drammaturgiacinematografia.unina.it) ma anche con la  “Biblioteca digitale. Cultura della legalità e rappresentazioni della camorra” (www.bibliocamorra.altervista.org) e  “Carte d’autore online” (www.cartedautore.it).
Il titolo di studio dà diritto a 3 punti nella graduatoria degli insegnanti.
Scarica il bando e i moduli
http://www.unina.it/-/18529907-ma_su_drammaturgia-e-cinematografia-2018-2019

Nella foto di pino Miraglia, Peppe Barra in scena