Andrà in Germania il docufilm  girato per celebrare il 140esimo anniversario dell’arrivo di Richard Wagner a Ravello. Nel “Giardino di Klingsor”, che diventa crocevia di arte e bellezza e luogo immaginifico da raggiungere, volteggia l’étoile Eleonora Abbagnato, incarnazione della fanciulla fiore, mentre le voci di Carmen Giannattasio (campana, icona di stile nel panorama operistico internazionale è una delle interpreti più richieste dai maggiori teatri del mondo) e dell’attore napoletano Alessandro Preziosi cantano e narrano una vicenda che ha cambiato per sempre la storia di Villa Rufolo, di Ravello e della Campania.
Il trailer, mix straordinario di immagini, musiche e parole, è solo un assaggio del progetto ideato dal maestro Alessio Vlad con la regia di Gino Aveta che nei prossimi giorni sarà al centro di una campagna di promozione turistica ad hoc.
Spiega Vlad: «Wagner sapeva che quell’ultima opera che stava componendo avrebbe rappresentato il suo testamento spirituale. Parsifal dominava i suoi pensieri da oltre un quarto di secolo. A Ravello trovò da un lato quell’abbandono che andava cercando per dare vita definitiva a quel secondo atto dell’opera dove Kundry metteva in pratica tutti quei sensuali adescamenti per portare a sé il “puro folle”,   dall’altro, addentrandosi nei giardini di Villa Rufolo, ebbe la visione pittorica che cercava per definire la scenografia del giardino incantato in cui faceva svolgere l’azione. La città e la Fondazione Ravello hanno voluto ricordare quell’avvenimento nel nome di una tradizione che da allora ha fatto sì che Ravello diventasse il luogo ideale dove il mondo del nord, in nome di radici comuni, incontra il sud».
Guarda il trailer
https://vimeo.com/426174001

Per saperne di più

www.fondazioneravello.it
www.villarufolo.it
www.ravellofestival.com
www.ravellomagazine.com
In alto, un’immagine di Villa Rufolo

RISPONDI