Qui sopra e in alto, Anna Netrebko, durante la prova di “Tosca” in piazza del Plebiscito

Il San Carlo apre alla città e non solo con l’accademia del Belcanto per i giovami artisti con due produzioni sul Settecento, nei prossimi mesi. La parola chiave è innovazione che significa piattaforma digitale e quindi partecipazione di un pubblico più ampio.
Uno sguardo al futuro per le nuove generazioni, abbassando i prezzi. Rendendo più accessibile la bellezza della musica. Sono questi i principi di base della strategia culturale adottata dal nuovo soprintendente Stéphane Lissner, esposti durante la conferenza stampa sul palco del massimo napoletano, a più voci, rigorosamente distanziate, con giornalisti in platea o collegati grazie alla diretta streaming.
Accanto a Lissner, Anna Netrebko, Jonas Kaufmann, e tutti gli altri artisti impegnati in piazza del Plebiscito dal 23 al 31 luglio: Anita Rachvelishvili, Anna Pirozzi, Michele Mariotti, Juraj Valčuha, Yusif Eyvazov, Ludovic Tézier.
Dopo l’emozionante serata della Tosca di Puccini, in prova, dedicata al personale sanitario impegnato nella lotta al Covid. E a proposito dell’esibizione, la star  Anna Netrebko (impegnata da protagonista nell’opera) racconta della sua prima volta a Napoli dove tutto è anima e dove si è lasciata ispirare dalla sua bellezza, anche senza scenografia, ma solo con pochi oggetti, come una tira comprata per pochi spiccioli e portata con sé. Mentre Jonas Kaufmann è felice di interpretare finalmente un’opera a Napoli (nei panni di Radames per l’Aida di Verdi). Tutti, comunque, entusiasti di ritrovare la musica dal vivo e il rapporto con il pubblico in presenza.
Ecco le date: la prima della Tosca è prevista per domani, giovedì 23 luglio,(in replica il 26 luglio). Aida andrà in scena , invece, il 28 luglio (in replica il 31 luglio) e anche sabato 25 luglio, per un’altra serata riservata al comparto ospedaliero . 
In occasione dell’apertura della stagione estiva 2020 del Teatro di San Carlo, Wine&Thecity sarà wine partner del dopo teatro nei Giardini di Palazzo Reale. 
Al termine delle due opere il pubblico sarà accolto all’insegna dell’eccellenza gastronomica e vitivinicola italiana: il vino selezionato per l’occasione da Wine&Thecity è quello di Casale del Giglio storica azienda italiana,fondata nel 1967,che oggi vantaben180 ettari di vigneti che si stendono a perdita d’occhio nell’Agro Pontino in località Le Ferriere, in provincia di Latina.
Tre le etichette in degustazione: Anthium, vino bianco ricavato da antiche vigne già note nel Lazio in epoca romana, caratterizzato da sentori di frutta esotica matura e leggere sfumature floreali e speziate al palato; l’Albìola un rosato di grande carattere, prodotto con uve di Syrah e Sangiovese, contraddistinto da sentori di frutti di bosco, lampone e frutta rossa; e per finire Aphrodisium un vino dolce di colore giallo oro.
Per la prenotazione del 25 luglio scaricare il modulo dal sito
sito www.comune.napoli.it.
Inoltre, giovedì 30 luglio, alle 21, in piazza del Plebiscito, Juraj Valčuha dirigerà la nona sinfonia in re minore, Op. 125 “Corale” di Ludwig van Beethoven, con il soprano Maria Agresta, il mezzosoprano Daniela Barcellona, il tenore Antonio Poli e il basso Roberto Tagliavin.






 

RISPONDI