La stagione d’opera, di concerti e di danza 2018\2019 del Teatro San Carlo è stata illustrata, alla presenza del governatore De Luca e del sindaco de Magistris, in tutta la sua ampia gamma di proposte, dodici titoli d’opera, cinque produzioni di danza quindici concerti per diciassette spettacoli tra musica sinfonica e da camera.
L’inaugurazione il 25 novembre vedrà Riccardo Muti  dirigere Così fan tutte di W.A. Mozart, con la regia di Chiara Muti. Dopo 34 anni il Maestro Muti tornerà quindi a dirigere al Teatro San Carlo con un nuovo allestimento del capolavoro mozartiano, per una stagione che conferma la volontà di creare percorsi tra repertori, generi e stili diversi. Juraj Valcuha inaugurerà i suoi appuntamenti il 15 dicembre con “Kata Kabanova” di Leos Janacek, a maggio ( dall’11 al 18) proporrà, invece “Die Walküre” di Wagner. Sempre Juraj Valcuha inaugurerà il San Carlo Opera Festival, il 6 luglio(sino al 14) con “Cavalleria Rusticana” per la regia di Pippo Delbono.
A febbraio, dopo la Bohème di Puccini diretta da Alessandro Palumbo per la regia di Francesco Saponaro (dal 16 al 22) sarà la volta di un musical “Lady, Be Good!” di Ira e George Gershwin. Sul podio dell’orchestra e del Coro del San Carlo salirà Nick Davis, per la regia di Emilio Sagi.
Dal 22 al 28 febbraio “Un ballo in maschera” diretto da Donato Renzetti per la regia di Leo Muscato. A marzo sarà la volta di “Les Contes d’Hoffmann” di J. Offenbach, co-produzione dei teatri d’opera di Losanna, Bordeaux e Marsiglia. Ad aprile sarà la volta della Madama Butterfly per la regia di Ferzan Ozpetek e la direzione di Gabriele Ferro. Si prosegue poi  con  la “Traviata, con  “Ermione” di Rossini per concludere a novembre con” Pagliacci” di Leoncavallo, diretto da Bernacer.
La stagione concertistica si apre il 20 ottobre  con la messa da Requiem di Verdi, diretta da Juraj Valcuha. Seguiranno Vengerov, Michele Campanella, Yutaka Sado, Andris Poga, direttore lettone e l’astro nascente del pianoforte Conrad Tao (foto).
Alcuni appuntamenti della programmazione saranno resi possibili grazie a Concerto d’Imprese, progetto sostenuto da un gruppo di eccellenze territoriali del territorio campano ( Aedifica/Brin 69 srl, Ferrarelle spa, SIAP Srl, Getra Spa, TEMI Spa per GLS, Isaia Spa,  Laminazione Sottile Spa, Seda Spa). Infatti, grazie a questo sostegno, Valery Gergiev torna a Napoli il 2 febbraio con l’ Orchestra del Teatro Mariinsky, venerdì 8 marzoper la prima volta al San Carlo ci sarà Cecilia Bartoli che con l’Ensemble barocco Les Musiciens du Prince di Monaco diretto da Gianluca Capuano, proporrà un programma dal titolo Arie d’opera tra Settecento e Ottocento.
Il 22 giugno 2019, Valcuha dirigerà per dodici ore, senza soluzione di continuità, l’integrale delle Nove Sinfonie di Beethoven alla testa dell’Orchestra e Coro del teatro San Carlo e dell’orchestra Sinfonica nazionale della Rai.
Per la danza cinque titoli di grande richiamo, in equilibrio tra tendenze contemporanee e tradizione: Lo Schiaccianoci, Il Lago dei Cigni, Sogno di una notte di mezza estate e coreografie moderne come Rossini Cards di Mauro Bigonzetti e Pulcinella di Francesco Nappa.
Per saperne di più
http://www.teatrosancarlo.it/