Un arcobaleno che dura un quarto d’ora non lo si guarda più, scriveva il sommo poeta tedesco (scrittore, artista, scienziato e politico)  Johann Wolfgang Goethe che da Napoli era rimasto folgorato. E che sarebbe stato affascinato da quell’arcobaleno napoletano che si rinnova ogni anno e si prolunga nel tempo. E che dà nome al premio ideato dall’attrice e cantante Anna Capasso (foto) con la direzione artistica del giornalista Diego Paura.
L’appuntamento, alla sua ottava edizione, è per stasera, come di consueto, al Sannazaro, salotto teatrale di Chiaia dove aleggia l’energia della indimenticabile attrice Lusia Conte che lì stabilì la propria  compagnia di palcoscenico.
La serata comincia alle 20: anfitrioni, per la prima volta, Gigi & Ross, affiancati dalle effervescenti incursioni di Enzo Calabrese.
In scena vanno il talento, l’eccellenza, ma anche la solidarietà. Partner della rassegna, infatti, è la Fondazione melanoma onlus diretta dal professore Paolo Ascierto, oncologo e medico ricercatore dell’Istituto dei Tumori Pascale di Napoli. La serata, sotto il patrocinio morale del Comune di Napoli, è dedicata a Ileana Bagnaro, scomparsa a 54 anni per un male incurabile.
I riconoscimenti sono destinati ai partenopei emersi a livello nazionale tra cultura, spettacolo, sport,  società civile e imprenditoria. Con un omaggio alla memoria di Bud Spencer, napoletano eccellente che è rimasto nei nostri cuori  soprattutto per la sua energetica simpatia espressa nei film in coppia con Terence Hill.
Tra i premiati: Peppino di Capri, per la musica; Francesco Di Leva per il cinema; Gianfelice Imparato per il teatro; Nunzia Schiano per la televisione; Alessandro Bolide per il cabaret; Franco Porzio per lo sport; Albachiara Caccavale per l’imprenditoria che  punta sul talento.
Ad arricchire l’evento, le voci di Valentina Stella e di Anna Capasso, accompagnate rispettivamente, dai maestri Gianpaolo Ferrigno e Ciro Cascino.